Governo, "test" giustizia verso lo slittamento a giovedì

  • la crisi di governo

Possibile uno slittamento a giovedì della relazione che il ministro Alfonso Bonafede deve tenere al Senato sullo stato dell'amministrazione della giustizia. L'appuntamento è uno di quelli che metterebbero a rischio la stessa tenuta del Governo, con Italia Viva pronta a votare contro Bonafede.

La calendarizzazione della relazione, in ogni caso, avverrà nel corso della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama prevista per martedì alle ore 15. Alla base del possibile slittamento, viene riferito da fonti parlamentari, potrebbero esserci impegni istituzionali del ministro. Alla Camera, la relazione del ministro rimane fissata alle ore 16 di mercoledì. Ma è appunto a Palazzo Madama che la maggioranza ha numeri più risicati ed è in quella sede che sarebbero potuti arrivare problemi seri. All'ultimo voto di fiducia, la maggioranza si è fermata a 156 voti, 5 in meno della maggioranza assoluta e con l'astensione di Italia Viva che ha già fatto sapere di volere votare contro la relazione del ministro. 

Intanto prosegue fra mille difficoltà la ricerca dei "responsabili" o "volenterosi" che dir si voglia e, ad ogni ora che passa, si fa sempre più concreta l'ipotesi di elezioni. Per il Partito Democratico, ormai, il voto è l'unica alternativa a un nuovo governo Conte. Oggi il tessitore degli accordi interni alla maggioranza per il Pd, Goffredo Bettini, è tornato ad invocare quelle forze europeiste, moderate e liberali che mal sopportano di stare sotto il tacco di Matteo Salvini e della destra populista e sovranista. In caso contrario, spiega Bettini, "il voto sarebbe una sciagura, ma non certo un golpe"

Articoli Correlati
la crisi di governo

Draghi al Quirinalecon la lista dei ministri

Il Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi è giunto al Quirinale
la crisi di governo

Draghi al Quirinalealle 19 da Mattarella

Mario Draghi al Quirinale alle 19 dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
la crisi di governo

Per il Governo Draghiil giorno della squadra

Il premier incaricato lavora in assoluto silenzio. Via libera dalla consultazione online del M5S