CyberChallenge, iscrizioni per i giovani talenti

  • cybersecurity

Il Laboratorio Nazionale di Cybersecurity ha deciso di prorogare le iscrizioni a CyberChallenge.IT, il primo programma nazionale di addestramento rivolto a giovani talenti per formare i cyberdefender del futuro. Dopo il successo dell’edizione 2020, che ha coinvolto oltre 560 ragazzi, stavolta il Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, punta a consolidare lo sforzo fatto finora portando in CyberChallenge.IT ben 34 sedi (sei in più dell’anno scorso), coinvolgendo oltre 700 ragazzi tra i 16 e i 23 anni e incentivando la partecipazione e l’interesse delle ragazze e dei ragazzi delle superiori. 

La registrazione per partecipare ai test di ammissione resterà aperta fino al 28 gennaio e darà l’opportunità a centinaia di giovani brillanti e motivati di essere selezionati per partecipare a un programma di formazione gratuito presso le sedi aderenti (31 università, il Centro di Competenza Cybersecurity Toscano, il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell'Esercito di Torino e l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli), nella primavera del 2021: primo passo per una futura carriera nell'ambito della sicurezza informatica. I giovani saranno seguiti da esperti universitari e aziende leader del settore, che li introdurranno ai principi scientifici, tecnici ed etici della cybersecurity, con attività pratiche di difesa dagli attacchi cyber. Il programma culminerà in una gara finale nazionale che eleggerà la migliore tra le squadre italiane. Tra tutti i partecipanti alla formazione e alle gare, i migliori saranno poi invitati a formare la Squadra Nazionale Italiana dei Cyberdefender, TeamItaly, che avrà l’opportunità di confrontarsi con le altre nazionali in eventi e competizioni in tutto il mondo.

“Grazie alle opportunità offerte dal lavoro in remoto, al quale ci siamo dovuti adeguare in questi tempi difficili, abbiamo deciso di offrire ad ancora più ragazzi di prendere parte a CyberChallenge.IT”, ha commentato il direttore del Laboratorio Nazionale Cybersecurity del Cini, Paolo Prinetto: “Confidiamo nel fatto che dieci giorni in più per le iscrizioni possano motivare anche i più dubbiosi nell'affrontare un percorso nella cybersecurity che già tanto ha dimostrato in termini di risultati”. “La pandemia è stata una sfida sotto molti punti di vista, tra i quali quello tecnologico”, ha commentato il coordinatore di CyberChallenge.IT, Gaspare Ferraro: “Ma ha imposto a tutti una maggiore consapevolezza sull’uso responsabile delle tecnologie che tanto hanno fatto nel colmare la distanza fisica alla quale siamo stati costretti. Con il nostro programma di formazione lavoriamo su chi queste tecnologie può proteggerle e custodirle: giovani eccellenze di cui anche l’Italia avrà sempre più bisogno”. FP

Articoli Correlati
cybersecurity

Attacco hacker, violatii sistemi della Motorizzazione

Un collettivo di hacker basato in Italia viola account della Motorizzazione Civile
cybersecurity

La Sapienza premiai giovani cyberdefender

La seconda edizione di CyberChallenge.IT
cybersecurity

Sfida di talentisulla sicurezza informatica

Premiati i migliori allievi ieri alla Sapienza