Cresce l'occupazione ma non per gli under 34

  • Lavoro

A novembre, dopo la sostanziale stabilità di ottobre, tornano a crescere gli occupati; un incremento si registra anche per gli inattivi, che erano in calo da maggio, mentre si fa più marcata la diminuzione dei disoccupati. Così l'Istat nella nota relativa a occupati e disoccupati. Secondo l'istituto di statistica la crescita dell’occupazione (+0,3 per cento, pari a +63mila unità) riguarda entrambe le componenti di genere, i dipendenti a tempo indeterminato, gli autonomi e tutte le classi d’età ad eccezione dei 25-34enni che, insieme ai dipendenti a termine, segnano una riduzione. Nel complesso il tasso di occupazione sale al 58,3 per cento (+0,2 punti). Il forte calo del numero di persone in cerca di lavoro (-7,0 per cento, pari a-168mila unità) è generalizzato sia per sesso sia per età. Il tasso di disoccupazione cala all’8,9 per cento (-0,6 punti)e tra i giovani al 29,5 per cento (-0,4 punti). A novembre,il numero di inattivi cresce (+0,5 per cento, pari a +73mila unità)tra le donne, gli uomini,i 25-49enni e gli ultra 65enni, mentre diminuisce tra 15-24enni e 50-64enni. Il tasso di inattività sale al 35,8 per cento (+0,2 punti). Il livello dell’occupazione nel trimestre settembre-novembre 2020 è superiore dello 0,6 per cento a quello del trimestre precedente (giugno-agosto 2020),con un aumento di +127mila unità.  Le ripetute flessioni congiunturali registrate tra marzo e giugno2020 hanno fatto sì che, anche nel mese di novembre 2020, l’occupazione continui a essere più bassa di quella registrata nello stesso mese del 2019 (-1,7 per cento, pari a -390mila unità). 

Articoli Correlati

In calo dell'8,9%le persone in cerca di occupazione

Lo rivelano i dati Istat relativi a dicembre 2020

Burn outda smart working

ute mentale delle madri a rischio se lavorano da casa e hanno figli piccoli da accudire

Istat, persi in un anno444.000 posti lavoro

Il tasso di disoccupazione sale al 9,0% (+0,2 punti) e tra i giovani al 29,7% (+0,3 punti).