Smartworking nella Pa prorogato al 31 gennaio

  • Lavoro

ROMA È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto firmato dalla ministra per la Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone, che proroga fino al 31 gennaio 2021 le disposizioni del Dm 19 ottobre 2020 in materia di lavoro agile nelle Pa. Si estende, dunque, la previsione dello smartworking per almeno il 50% del personale e l'invito alle amministrazioni dotate di adeguata capacità  organizzativa e tecnologica affinchè assicurino «percentuali più elevate possibili», garantendo però l'accesso, la qualità e l'effettività dei servizi.

«Grande sforzo di protezione»

«Si chiude un anno molto delicato per il Paese. Un anno nel quale il ministero del Lavoro è stato in prima linea per assicurare alle aziende e ai lavoratori la massima protezione possibile dagli effetti della pandemia da Covid-19». Lo ha ricordato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, in un videomessaggio su Facebook in cui ha evidenziato l’impegno del governo per far fronte all’impatto del Covid-19. «Parlo soprattutto - ha detto - della cassa integrazione estesa a tutte le aziende, che siamo pronti a prorogare ulteriormente se fosse necessario. Ma anche del blocco dei licenziamenti, del Reddito di emergenza e delle indennità per i lavoratori che altrimenti sarebbero rimasti privi di reddito».

METRO

Articoli Correlati

In calo dell'8,9%le persone in cerca di occupazione

Lo rivelano i dati Istat relativi a dicembre 2020

Burn outda smart working

ute mentale delle madri a rischio se lavorano da casa e hanno figli piccoli da accudire

Istat, persi in un anno444.000 posti lavoro

Il tasso di disoccupazione sale al 9,0% (+0,2 punti) e tra i giovani al 29,7% (+0,3 punti).