Tra Juventus e Toro derby delicatissimo

  • Campionato

CALCIO Sabato 5 alle 18 (arbitro Orsato di Schio) si giocherà allo Stadium un derby delicatissimo. Tra una Juventus che non è più lei, o che non è ancora lei; e un Torino che forse è già lui, quanto a gioco, ma che pencola in coda alla classifica alla disperata caccia di punti. Ecco perché potrebbe trattarsi di una stracittadina molto, ma molto meno scontata di quanto si possa pensare. Cominciando dai padroni di casa: fioriscono subito le spine. Oltre alla ricaduta di Chiellini («Per noi è molto importante, avrà la possibilità di recuperare» ha detto il ct Mancini) si aggiunge la botta per Demiral: «Lesione di basso grado al muscolo femorale retto» della coscia destra. Rivedibile tra dieci giorni. In attacco non ci sarà Morata, squalificato. Le speranze si appunteranno sull’enigmatico Dybala (accanto a Ronaldo e magari Chiesa). Bianconeri vogliosi di convincere, finalmente, di colmare il divario col Milan. Senza però perdere d’occhio la sfida di martedì col Barça, che vale prestigio e classifica (da segnalare il balzo della Juve, terza nel ranking Uefa dietro ai catalani e al Bayern Monaco primo). E i granata? Hanno trovato un Maité in più; hanno messo in mostra di saper interpretare le idee di Giampaolo, con coraggio. Ma con amnesie assortite, come quelle rischiose vissute contro la Samp. Ma nel giorno del suo 114° compleanno, il Toro ha ritrovato proprio Giampaolo, finalmente negativo al tampone. Riprende a Conti (peraltro ottimo) il suo legittimo posto. Un segnale incoraggiante, o no?

METRO

Articoli Correlati
Campionato

I giocatori della Romadalla parte di Gombar

Il team manager era stato licenziato (assieme a Zubiria) dopo il caso delle sei sostituzioni
Campionato

Mandzukic carica il Milan«Dobbiamo mettere paura»

Il croato in conferenza stampa si dice pronto. Forse giocherà già contro l'Atalanta nella sfida di sabato a San Siro
Campionato

Toro, Nicola a Belotti«Ok generosità, ma chiedo ordine»

Anche Urbano Cairo alla presentazione del nuovo tecnico. La sfida di venerdì col Benevento