Milan, finalmente Pioli Obiettivo sedicesimi

  • Europa League

CALCIO Per un allenatore che si scopre positivo al Covi, Prandelli, ce n’è uno che torna risanato: è Pioli, che finalmente ritrova il suo Milan assieme al suo vice Murelli: «Sono stato fortunato, ho avuto pochi sintomi, ma sono stati 18 giorni davvero lunghi», quando mi hanno detto che ero negativo ho fatto fatica a prendere sonno, ha detto il tecnico, giovedì pomeriggio in panchina a S.Siro contro il Celtic Glasgow (ore 18.55). Appuntamento fondamentale in chiave-qualificazione. Il Milan è attualmente secondo nel Gruppo H, vincendo contro il Celtic sarebbe qualificato ai sedicesimi in caso di concomitante vittoria del Lille sullo Sparta Praga. «Il Celtic ha sempre fatto buone prestazioni, mi aspetto un avversario determinato e deciso a dimostrare il loro valore. Dobbiamo essere concentrati, perchè siamo vicini alla qualificazione ma non l’abbiamo ancora centrata", ha detto ancora Pioli. Il Milan recupera Castillejo e Bannacer, ma sarà ancora privo di Ibrahimovic e Leao. Pioli dovrebbe così riproporre Rebic come punta centrale con alle spalle Calhanoglu. Il turco dovrebbe essere affiancato sulla trequarti dai giovani Hauge e Brahim Diaz. «Abbiamo iniziato un periodo di 31 giorni in cui giocheremo 10 partite. Giocando da squadra possiamo sentire meno la fatica e recuperare bene. Con i cambi penso possiamo fare bene e mantenere alto il livello delle performance», ha concluso Pioli.

METRO

Articoli Correlati
Europa League

Fonseca ritrova il BragaPer il Milan c'è Stankovic

L'allenatore della Roma ai sedicesimi contro il suo ex club: «Sono forti, credetemi». I rossoneri con la Stella Rossa. Gabbia e Bennacer: un mese di stop
Europa League

Il Milan chiudecome 1° della classe

Battuto 1-0 anche lo Sparta Praga, lunedì si conosceranno gli avversari dei sedicesimi
Europa League

La Roma sconfittaFonseca: «Troppi errori»

I giallorossi perdono 3-1 contro il Cska Sofia, ma sono già qualificati. Boer e Bamba: debutti