Addio Chuck Bail capo dei “cascatori” di Hollywood

  • Chuck Bail

LUTTO L’attore, regista e stuntman statunitense Chuck Bail, uno dei più noti uomini di azione di Hollywood, capo del team di cascatori nel film "Professione pericolo" (1980) e regista di pellicole frenetiche come "La corsa più pazza del mondo" (1976), è morto in un ospedale di Tyler, in Texas, all’età di 86 anni. L’annuncio della scomparsa, avvenuto mercoledì scorso, è stato dato a 2The Hollywood Reporter" dall’amico ed ex stuntman Gary Kent precisando che Bail aveva problemi cardiaci e alla cistifellea e poi ha contratto il Covid.

Bail è stato la controfigura di Max Baer Jr. e Peter Breck ed ha
iniziato la carriera di stuntman nel 1959 ad Hollywood esordendo nel
film "I ribelli del Kansas", per apparire poi come cascatore in una
trentina di pellicole, tra cui "La carovana dell’alleluia", "5.000
dollari vivo o morto", "Zorro il pistolero", "Berretti verdi", "Fuga
da Hollywood" e "Cleopatra Jones: licenza di uccidere". Nel 1980 in
"Professione pericolo" oltre che capo del team di cascatori ha
interpretato se stesso come stuntman in alcune delle sequenze più
mozzafiato. In tv ha fatto parte della serie "Batman" dando
dimostrazione delle sue spericolate acrobazie.

Bail si è fatto avanti per fare il suo debutto alla regia negli ultimi
tempi dell’era del blaxploitation con "Black Samson" (1974), con
Rockne Tarkington. Ha poi diretto "Operazione casinò d’oro" (1975),
con Tamara Dobson. Ha poi dato vita a action movie di grande successo
dirigendo "La corsa più pazza del mondo" (1976): il film, interpretato
da Michael Sarrazin e Raul Julia, è stato un precursore del famoso
"The Cannonball Run". Tra la decina di film diretti anche "Il
giustiziere della strada" (1996). Come attore ha recitato in tv e al
cinema. Sul piccolo schermo è apparso nelle serie "Perry Mason",
"Bonanza", "Il fuggiasco", "La grande vallata", "Ai confini
dell’Arizona", "Il virginiano".