Impegnerò il mio budget in saturimetro e mascherine

  • Maurizio Guandalini

So di esserlo. Controcorrente. Il blackfriday non mi elettrizza. Quasi mai la merce che cerco è scontata il giusto. 50%. Da meritarsi il blackfriday. E prodotti graziosi. Non i passabili fuori serie. Purtroppo il bello, durante la svendita prenatalizia, viaggia, al massimo, sul 20% in meno. Il ribasso promozionale riscontrabile durante l’anno su un sito qualunque di commercio online. Eppoi, qual è il prezzo giusto di riferimento? Grande enigma. Mi rode la sensazione che, e vale un po’ per tutto il commercio, fisico e internet, prima del fatidico giorno, piano piano, aumenta i prezzi. Come per i saldi. Lasciando, al cliente, la convinzione di acquistare in convenienza, quando in verità,  ormai, è stato miscelato un fricandò degno della miglior scuola di prestidigitazione.

Il blackfriday 2020 è unico. Cade nella pandemia. Pochi denari, tanta paura. Nel mio elenco di cosette veloci da avviare nel carrello mi ero ripromesso chissà che, da una multiaccessoriata ciclonica a scendere - l’uso della carta di credito favorisce lo spendi facile senza controllo -, salvo convincendomi, in una meditata riflessione, che in casa ho tutto, pure l’aspirapolvere, malandata, d’accordo, però può durare ancora un po’. Via, ho impegnato il budget nel kit sanitario del momento, il saturimetro, mascherine e igienizzante. In più un paio di carte da ramino, per smorzare i noiosi tempi morti e un rasoio quelli bombastici che dovrebbero salvare la pelle dalle irritazioni. Prodotti che ho sfiorato con la vista al supermercato e in farmacia, senza particolare passione di verifica su qualità, praticità e taglia. Come invece è strettamente indispensabile per pantaloni, giacche, stringate, cappelli, sciarpe, guanti.  Il vizietto della porta girevole. La gente prima passa in bottega a visionare il prodotto che poi acquista sul web.  Modalità biasimata dai commercianti. Con i negozi chiusi quest’anno non si fa. Prepariamoci, allora, al riciclo nero di rabbia. Avremo sul groppone maglioni XL per una M, scarponi 45 per un 43 scarso. E piumini per spolverini.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Maurizio Guandalini

Quel mito tra chinon l'ha mai visto giocare

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Quel che non tornanel nuovo cash-back

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Quello che a Nataledovremmo (o non) fare

L'opinione di Maurizio Guandalini