Green: ora la Lombardia vira sulla ferrovia a idrogeno

  • Milano

TRASPORTI. In Lombardia nasce la prima “Hydrogen Valley” italiana con una linea ferroviaria che avrà una flotta di treni a idrogeno, quella che collega Brescia - Iseo - Edolo in Valcamonica. Fnm e Trenord acquisteranno da Alstom nuovi treni alimentati a idrogeno che serviranno dal 2023 la linea bresciana non elettrificata, gestita da Ferrovienord (società al 100% di Fnm), in sostituzione degli attuali treni a motore diesel. Il progetto denominato “H2iseO” prevede anche la realizzazione di centrali per la produzione di idrogeno, destinato inizialmente ai nuovi convogli ad energia pulita. La linea Brescia - Iseo -Edolo è composta da 14 treni Diesel che saranno tutti sostituiti con quelli a idrogeno. «La prima fase prevede la sostituzione di 6 treni - ha spiegato Marco Piuri, Ad di Trenord - e un primo impianto di produzione di idrogeno a Iseo. Nella fase successiva completeremo la sostituzione della vecchia flotta con altri otto treni e ulteriori impianti di produzione». Il CdA di Fnm ha deliberato l'acquisto di sei elettrotreni alimentati a idrogeno, con l’opzione per la fornitura di altri otto, per un investimento stimato in oltre 160 milioni. I primi di questi convogli, prodotti da Alstom, saranno consegnati entro il 2023 e saranno affittati a Trenord.  Nei primi 36 mesi Alstom fornirà 6 treni, mentre gli altri 8 arriveranno a valle dei 36 mesi, per completare la sostituzione dei mezzi.  Il primo impianto di produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno sarà realizzato a Iseo tra il 2021 e il 2023 nel Deposito di Trenord.

Articoli Correlati

Contro la Dad proteste anche alle medie

Continuano le occupazioni simboliche

Occupazioni al liceoper protesta contro la DAD

Le iniziative dei collettivi al Severi Correnti, al Tito Livio e al Volta