L'Inter ribalta il Toro Ma Lukaku non è contento

  • Campionato

CALCIO L'Inter se la vede brutta, ma alla fine trionfa in rimonta con il Torino dopo esser stata in svantaggio di due reti. 4-2 il finale con la doppietta di Lukaku e i sigilli di Sanchez e Lautaro a ribaltare le reti di Zaza e Ansaldi. La squadra di Conte sale cosi' momentaneamente al quinto posto, tornando a vincere dopo due pareggi in fila. Il primo tempo di San Siro non e' di quelli da ricordare per i nerazzurri, mai realmente pericolosi e autori di una prestazione sottotono. Le migliori occasioni da gol le creano i granata, che trovano il vantaggio al secondo minuto di recupero, al termine di una bellissima azione corale conclusa alla perfezione da Zaza dopo un tacco magnifico di Meite. L'Inter ha bisogno di una reazione nella ripresa, ma al 61' arriva l'episodio che permette al Torino di raddoppiare incredibilmente: Young entra scomposto su Singo in area, l'azione prosegue ma l'arbitro viene richiamato al Var e assegna il penalty per i granata. Ansaldi realizza e fa 2-0, la squadra di Conte pero' non ci sta e in un attimo riapre il discorso con le reti di Sanchez e Lukaku che portano la gara sul 2-2. La veemente reazione d'orgoglio dell'Inter porta i risultati nel finale, quando Lukaku ribalta tutto realizzando la doppietta e il rigore del 3-2, mentre allo scadere Lautaro chiude i conti sul 4-2.

A fine gara Lukaku si sfoga: «Non siamo ancora una grande squadra, non va bene avere delle difficoltà così. Abbiamo giocato male per 60 minuti, eravamo veramente in difficoltà e abbiamo giocato senza cattiveria e voglia. Poi ci siamo svegliati e abbiamo vinto, questo è l’importante».

Altra "spina” per l'Inter è Eriksen, che Marotta sabato ha praticamente messo sul mercato. E mercoledì arriva il Real Madrid a San Siro. Non si potrà davvero più sbagliare.

Conti (Torino): «Penalizzati oltre i nostri demeriti»
«Andiamo via con il rimpianto del punteggio, che ci vede penalizzati oltre i nostri demeriti. Abbiamo fatto una buona gara finché è rimasta sull'ordine tattico, interpretandola da squadra di buon calibro». Così il vice allenatore del Torino Francesco Conti, dopo la sconfitta in casa dell’Inter. «Poi abbiamo dimostrato per l’ennesima volta una fragilità sulla quale dobbiamo lavorare. Ma mentalmente siamo stabili e coscienti del nostro lavoro, risolveremo tutti i problemi che ci sono in questo momento», ha spiegato ai microfoni di Dazn. «Zaza? Avevo già detto che Simone stava lavorando bene ed era un serio candidato per giocare dall’inizio. Belotti? Già ieri aveva sentito un leggero fastidio e si è preferito non rischiare», ha aggiunto.

METRO

Articoli Correlati
Campionato

I giocatori della Romadalla parte di Gombar

Il team manager era stato licenziato (assieme a Zubiria) dopo il caso delle sei sostituzioni
Campionato

Mandzukic carica il Milan«Dobbiamo mettere paura»

Il croato in conferenza stampa si dice pronto. Forse giocherà già contro l'Atalanta nella sfida di sabato a San Siro
Campionato

Toro, Nicola a Belotti«Ok generosità, ma chiedo ordine»

Anche Urbano Cairo alla presentazione del nuovo tecnico. La sfida di venerdì col Benevento