Accoltella moglie suocera e gatto

  • Milano

MILANO. Prima ha infierito con un coltello sulla moglie, poi sulla suocera, quindi ha tentato di uccidere il gatto di casa, infine ha provato a togliersi la vita. È il bilancio della mattina di follia vissuta alle sei di ieri dalla famiglia Bianco nell’appartamento in via Lambruschini, periferia nord di Milano.
 A impugnare il coltello, l’ex operaio 66enne Giuseppe, che dopo i due tentati omicidi e un goffo tentato omicidio finale, ha chiamato i soccorsi, senza però fornire alcuna spiegazione per il suo gesto. Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto, hanno trovato le due donne in condizioni gravissime e le hanno trasportare in codice rosso.
La moglie, 62 anni, ex archivista della Rai, è stata ricoverata in prognosi riservata all’ospedale  Niguarda, dove le sono state medicate alcune profonde ferite al busto. La donna è stata anche sottoposta ad un intervento per stabilizzarne le condizioni e ora si trova in terapia intensiva. La suocera è invece ricoverata in prognosi riservata al San Carlo, poiché ha ricevuto oltre 20 fendenti al torace e all’addome. Anche l’uomo è stato medicato a Niguarda per alcune ferite superficiali che si era procurato. Poco prima l’uomo aveva confessato ai carabinieri di essersi scagliato anche contro il gatto domestico, che è stato recuperato dai militari e affidato al servizio veterinario dell’Ats, solo leggermente ferito. 
Il 66enne, è stato interrogato di nuovo nella serata di ieri. Per lui l’accusa è di tentato duplice omicidio. La coppia non ha figli. 

 

Articoli Correlati

Occupazioni al liceoper protesta contro la DAD

Le iniziative dei collettivi al Severi Correnti, al Tito Livio e al Volta

Albero ferma tramin via Pascoli

Per fortuna non ha colpito il mezzo, ma solo la linea elettrica

Lombardia, gli studenti in classe il 18 gennaio

Dopo la sentenza del Tar contro la Dad fino al 24