Sean Connery, la moglie: «Soffriva di demenza, è morto in pace»

  • Sean Connery

LUTTO L'attore scozzese Sean Connery, deceduto ieri all'età di 90 anni, soffriva di demenza. Lo ha rivelato la moglie Micheline Roquebrune al The Mail on Sunday. «È morto in pace, nel sonno ed era molto tranquillo. Sono stata con lui tutto il tempo e si è semplicemente spento. Era ciò che voleva» ha raccontato la francese con cui Connery si era sposato per la seconda volta nel 1975.

«Soffriviva di demenza e ha avuto un effetto negativo su di lui - ha rivelato – Era meraviglioso e abbiamo avuto una vita meravigliosa insieme - ha confidato Roquebrune – Sarà molto difficile senza di lui, lo so. Ma non poteva andare avanti per sempre e lui se n'è andato pacificamente».

Sean Connery, indimenticabile 007 nei panni di James Bond. Attore carismatico ed elegante, di grandissimo talento che ha fatto conoscere al grande pubblico il mondo dell’Intelligence, resta il migliore agente segreto di sempre. 

Il mondo dello spettacolo è in lutto da ieri dopo la morte di Sean Connery. L’attore che per tutti è il volto icona di James Bond, lo 007 eterno, è deceduto nel sonno a Nassau, alle Bahamas, come anche chiarito dal figlio Jason Connery citato dalla Bbc. «Stiamo tutti elaborando per accettare questo enorme evento poiché è accaduto solo di recente, anche se mio padre non stava bene da tempo», ha aggiunto. Oggi è «un triste giorno per tutti coloro che conoscevano e amavano mio padre e una triste perdita per tutte le persone in tutto il mondo che hanno apprezzato il meraviglioso dono che aveva come attore».

Secondo la Bbc, che cita la sua portavoce Nancy Seltzer, ci sarà una cerimonia privata seguita da un tributo che sarà organizzato a fine pandemia.

Fan e star di tutto il mondo hanno voluto rendere omaggio alla carriera di un attore che è stato più di un sex symbol, più dello 007 di Sua Maestà. Oltre ad aver vestito i panni della spia inglese, sir Connery (il titolo arrivò nel 2000) ha vinto l’Oscar nel 1988 come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione di Jim Malone nel film 'The Untouchables - Gli intoccabilì, pellicola del 1987 di Brian De Palma.

Tra i tanti tributi, anche quello della premier scozzese Nicola Sturgeon dedicato all’attore, nato a Edimburgo e da sempre sostenitore dell’indipendenza della Scozia. «Mi si è spezzato il cuore stamattina nell’apprendere della morte di sir Sean Connery. La nostra nazione oggi piange uno dei suoi figli più amati» ha scritto la premier in una serie di tweet. «Sean era nato in una famiglia operaia di Edimburgo ed era una leggenda mondiale ma, prima di tutto, uno scozzese patriottico e orgoglioso», citando la sua partecipazione all’inaugurazione del Parlamento scozzese nel 1999.

«Sean è stato un sostenitore per tutta la vita di una Scozia indipendente e quelli di noi che condividono questa convinzione gli devono un grande debito di gratitudine», scrive ancora Sturgeon. «È stato un privilegio aver conosciuto Sean. Quando gli ho parlato l’ultima volta era chiaro anche allora che la sua salute stava peggiorando, ma la voce, lo spirito e la passione che tutti amavamo così bene erano ancora lì. Mi mancherà. Alla Scozia mancherà. Al mondo mancherà», conclude la premier scozzese.

Per la scomparsa della star è arrivato anche il cordoglio del commissario europeo agli Affari Economici Paolo Gentiloni, in un tweet: “Un mito che se ne va". 

"Una vera leggenda dello schermo". Così Elton John ricorda sui suoi profili social Sean Connery, pubblicando una foto che li ritrae insieme, accompagnati dalla moglie dell’attore scozzese, Micheline Roquebrune, e dal marito della popstar inglese, David Furnish.

Donald Trump sostiene che Sean Connery lo aiutò ad ottenere i permessi per la realizzazione dei suoi investimenti in Scozia, dove possiede un club di golf. «Avevo grandi difficoltà a ottenere l’approvazione per i miei piani di sviluppo in Scozia, quando Sean è arrivato e ha detto: 'Lasciategli costruire questa dannata cosà. Da allora tutto è andato liscio», ha twittato Trump all’indomani della morte dell’attore, che ha definito "leggendario".
Trump e Connery si conoscevano e sono stati fotografati insieme in diversi eventi a New York nei primi anni duemila.