Young Boys-Roma 1-2 Fonseca salvato dai soliti noti

  • Europa League

CALCIO Sembrerebbe una partenza falsa anche quella della Roma in Svizzera. Al 13esimo minuto l'arbitro spagnolo, Carlos del Cerro Grande, punisce una leggerezza di Cristante che ostacola Rieder appena dentro l'area. Il penalty è glacialmente realizzato dal camerunense Nsame che con un tiro angolato spegne le velleità di Pau Lopez, tornato a difendere i pali della porta giallorossa. La squadra di Fonseca, che ha optato per un cospicuo turnover, appare lenta, impacciata e con poche idee. Davanti Mayoral s'impegna ma è servito poco e male.Per fortuna del club capitolino le cose cambiano nella seconda frazione di gioco. Entrano Dzeko, Veretout e Mkhitaryan e certi automatismi sembrano di colpo tornare a essere funzionali. E in quattro minuti, grazie alle sostituzioni, la partita cambia padrone: prima grazie a Bruno Peres che sfruttando un assist filtrante dell'attaccante bosniaco supera il portiere avversario in uscita. E' il 69esimo minuto. Quattro minuti dopo a gioire è il difensore Kumbulla, arrivato quest'estate dal Verona, abile a correggere in rete un cross perfetto del centrocampista armeno. Nel finale c'e' spazio anche per un ottimo intervento di Pau Lopez che prova, attraverso la coppa, a recuperare la fiducia del suo tecnico e a insidiare la titolarità in Serie A di Mirante. Quella che esce dallo stadio di Berna, insomma, è una squadra che ancora indossa il cartello "lavori in corso" ma che, anche grazie a questa vittoria, puo' tornare a respirare per provare costruire una stagione migliore di quella appena conclusa

Articoli Correlati
Europa League

La Roma sfida il Clujcon la difesa in emergenza

Smalling e Mancini hanno problemi. Almeno Dzeko però è tornato in gruppo
Europa League

La Roma sorrideRitorna Dzeko

«Daje!» esulta il bosniaco, che finalmente è negativo. Punta a giocare contro il Cluj
Europa League

La Roma a seccorischia con il Cska

Giallorossi un po' spreconi. E con i bulgari all'Olimpico rischiano pure