Stop alla scuola, il Tar dà ragione a Regione Campania

  • Coronavirus fase 3

Il Tar della Campania ha dato ragione alla Regione per lo stop temporaneo alla didattica in presenza. Con i decreti numero 1921 e 1922 appena pubblicati, i giudici amministrativi hanno respinto i ricorsi rispetto l'ordinanza regionale 79/2020 con la quale è stato disposto l'obbligo di svolgimento dell'attività didattica "a distanza", rilevando tra l'altro che la Regione ha "esaurientemente documentato l’istruttoria sulla base della quale ha inteso emanare la gravosa misura sospensiva; dando conto, in particolare, quanto alla idoneità della misura adottata, della correlazione tra aumento dei casi di positività al Covid-19 e frequenza scolastica (verificata non solo limitatamente alla sede intrascolastica, ma anche con riguardo ai contatti sociali necessariamente “indotti” dalla didattica in presenza), nonché della diffusività esponenziale del contagio medesimo ".

Articoli Correlati
Coronavirus fase 3

Conte: "Niente scie sarà Natale diverso"

Conte: "Cercheremo di aprire le scuole prima di Natale. Stiamo lavorando per questo"
Coronavirus fase 3

Speranza: stop per 3 mesiad allevamenti di visoni

Firmata l'ordinanza che prevede una sospensione dell'attività in considerazione dell'epidemia di Sars-Covid2
Coronavirus fase 3

Bankitalia: "Prospettivecondizionate da incertezza"

Bankitalia: le prospettive dell'economia italiana "condizionate dall’incertezza circa l’evoluzione della pandemia"