Calenda si candida sindaco "Un dovere, lo farò"

  • Roma

Carlo Calenda ha ufficializzato la propria  candidatura a sindaco di Roma intervenendo a Che Tempo che Fa su  Raitre. «E' un dovere e una grande avventura, lo farò», ha annunciato il leader di Azione.  Quanto alla posizione del Pd, «auspico che ci sia un appoggio largo  perché bisogna rimettere a posto la città e serve un lavoro corale», ha aggiunto ricordando che, dopo essere uscito dal Pd, «sono andato a  fare campagna elettorale per un mese per sostenere Stefano Bonaccini.  La politica è anche mettere le persone giuste al posto giusto ed  entrambi pensiamo che la gestione 5 Stelle di Roma sia stata disastrosa, visto che tutti gli indicatori sono peggiorati».

Calenda, che si definisce un social democratico liberale, dice no «a una politica ridotta a scontro ideologico in cui si sostiene una tribù contro un’altra. Così - avverte - cala la qualità dell’azione  amministrativa e la fiducia nello Stato».  Riguardo alle primarie Calenda sottolinea che «non sono sempre state la panacea. Farle oggi è molto complicato, farle tra qualche mese vuol dire perder tempo a parlare tra di noi».

Articoli Correlati

Scuola Di Donato razziatadai ladri dall'inizio dell'anno

I furti nel week end, portati via computer e lavagne interattive

Manca il personale:Metro C chiusa, è bufera

Roma, Metro C chiusa per assenza del personale necessario a gestire la tratta. Garante chiede informazioni ad Atac

Coca su Roma e litorale"Nonna narcos" nei guai

Smantellata dalla guardia di finanza un'organizzazione di trafficanti. Al vertice una donna di 71 anni