Ceccanti (Pd): Ecco perché votare Sì

  • il taglio dei parlamentari

Domenica e lunedì dobbiamo votare Sì per ridurre i parlamentari da 945 a 600 per due ragioni.

La prima è che il numero di 945 fu fissato nel 1963 quando il Parlamento nazionale era l’unico livello effettivo di rappresentanza politica generale. Si passava direttamente dalla piccola scala dei Comuni fino a lì, senza niente sopra. Invece nel corso dei decenni abbiamo creato e rafforzato i Consigli regionali ed eleggiamo il Parlamento europeo.

La seconda è che lo stanno facendo anche i Paesi europei che hanno una grandezza analoga alla nostra. La Francia ha 577 parlamentari eletti per dare la fiducia al Governo e sta pensando di scendere a 404. Il Regno Unito elegge 650 deputati che danno la fiducia e vuole scendere a 600. In Germania, dove la popolazione è un terzo maggiore della nostra, i seggi fissi dei parlamentari che danno la fiducia al Governo sono 598; per una serie di problemi legati alla legge elettorale ora, alla fine, sono arrivati di fatto ad eleggerne 700 e vogliono mettere un tetto. In Spagna sono eletti e danno la fiducia in 350.

L’aggiornamento della Costituzione dovrebbe riguardare anche altro ed il cambiamento dei numeri è solo un piccolo passo: però il successo del Sì può dare a tutti coraggio per percorrere altre tappe, altrimenti si bloccherebbe tutto.

STEFANO CECCANTI - PD

 

Articoli Correlati
il taglio dei parlamentari

Referendum, sì al 69%"Adesso le riforme"

I risultati provvisori degli scrutini di 39135 sezioni su 1622 per il Referendum sul taglio dei parlamentari vedono il Sì al 69,14 e il No al 30,86
il taglio dei parlamentari

Referendum, affluenza alle 19 sale al 30%

Alle 19 ha votato in Italia per il referendum sul taglio dei parlamentari oltre il 30% degli aventi diritto
il taglio dei parlamentari

referendum, alle 12affluenza al 12%

Alle ore 12 l'affluenza per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari è pari al 12,10%