Willy, arresti convalidati Parla la madre dei Bianchi

  • colleferro

Restano in carcere tre dei quattro giovani arrestati, con l’accusa di concorso in omicidio preterintenzionale, per la morte di Willy Monteiro Duarte, il ragazzo di 21 anni ucciso in
seguito a un pestaggio a calci e pugni a Colleferro nella notte tra sabato e domenica. I due fratelli Marco e Gabriele Bianchi e Mario Pincarelli restano in carcere mentre Francesco Belleggia va agli arresti domiciliari. La decisione del gip di Velletri arriva dopo l’interrogatorio di ieri nel carcere di Rebibbia, nel quale i dratelli si erano difesi dicendo di essere intervenuti solo per fare da pacieri in una rissa in corso e di non aver toccato Willy. Una versione che evidentemente non ha convinto il gip.

Parla la madre dei fratelli Bianchi. In un'intervista sul Corriere della sera interviene la madre dei Bianchi: «Mi vergogno per gli assassini di Willy, mai miei figli non sono i mostri che avete descritto e la piena verità
 su di loro verrà fuori!- dice Antonietta Di Tullio- Parlo come mamma di quattro figli, nessun genitore può sopportare un dolore simile - aggiunge - Il primo pensiero al mattino è incrociare il viso del figlio e nessuno al mondo merita una simile atrocità. Se penso alla mamma di Willy sto male. Vorrei darle tutto il mio cordoglio, mandarle un abbraccio, ma a che servono le parole? So che la sua vita è distrutta e niente sarà più come prima». La donna poi aggiunge: «I miei figli devono pagare se hanno sbagliato, qualunque cosa hanno fatto, ma non per quello che non hanno fatto. La giustizia deve andare fino in fondo. Sono sicura che non sono stati loro a ucciderlo, una mamma certe cose le sa». Sul fatto che molti li descrivano come due spacconi picchiatori la madre aggiunge: «Non sono così. Gabriele ha aperto un negozio di frutta, Marco aiuta nel ristorante di Alessandro, e dove c'è da dare una mano ci sono sempre. Li giudicate per come appaiono su Facebook ma quelle sono stupidaggini. La foto dietro le sbarre dal parrucchiere Capell, gli orologi che indossano valgono 200 euro...".

Fiaccolata per Willy. Per stasera il comune di Paliano, insieme ai ragazzi del paese, ha organizzato una fiaccolata in ricordo di Willy che con la famiglia risiedeva nel piccolo comune.   L'appuntamento è alle 21 in piazza XVII Martiri, al municipio. E' obbligatorio l'uso della mascherina. A renderlo noto è il sindaco Domenico Alfieri.

Insulti a Willy sui social. Intanto la polizia postale ha aperto un'indagine: sono infatti diversi i profili Facebook e Twitter che contengono insulti alla giovane vittima o plauso per i suoi presunti assassini, tanto che il vice presidente della Regione Lazio Daniele Leodori ha diramato una nota in cui si rivolge ai social network "per fermare post e profili che speculano in modo vergognoso su Willy e la sua morte".

Articoli Correlati
colleferro

Colleferro, indagaticon sussidio di Stato

Percepivano il reddito di cittadinanza gli accusati dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte
colleferro

Si cerca sangue di Willynell'auto dei Bianchi

I due fratelli in carcere temono ritorsioni
colleferro

Willy, i fratelli Bianchi"Non lo abbiamo toccato"

Marco e Gabriele Bianchi, i due fratelli di Artena accusati dell'omicidio di Willy Monteiro, al Gip: "Respingiamo ogni accusa"