Con Marina Rei & friends è festa all'Auditorium

  • Marina Rei

MUSICA Il 7 settembre alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma lo speciale concerto di MARINA REI per festeggiare il traguardo dei 25 anni trascorsi dalla pubblicazione del primo album omonimo e un percorso artistico che l’ha portata ad affermarsi come una delle poche polistrumentiste e autrici del nostro panorama musicale, una performer unica nel suo genere. Per l’occasione, Marina ha invitato molti artisti che hanno condiviso alcuni momenti importanti della sua carriera, per regalare al pubblico una serata indimenticabile.

Sul palco con lei Paolo Benvegnù, Carmen Consoli, Riccardo Sinigallia, Pierpaolo Capovilla, Max Gazzè, Cristiano Godano, Filippo Gatti e Roberto Angelini, oltre ai suoi compagni di viaggio di una vita, Matteo Scannicchio, Giorgio Marina Condemi e Andrea Ruggiero, insieme a Pierpaolo Ranieri, Gabriele Lazzarotti e Marco Rovinelli.

«Vorrei che il 7 settembre – spiega la Rei – fosse una festa. È questo, oggi, il mio desiderio, ed è così che immagino quel giorno. Potrò salire di nuovo su un palco, per un concerto unico, e ripercorrere 25 anni di musica in un momento in cui la musica si ascolta faticosamente, in un momento in cui la musica va ascoltata di nuovo senza paura. Ed è anche per questo motivo che ho voluto fortemente che un sogno diventasse realtà. Un passo avanti, per noi, che viviamo e camminiamo da sempre con la musica, per noi che vogliamo e dobbiamo ritrovare la fiducia e ricominciare a sognare. Emozionare ed emozionarci insieme a chi ci dà la possibilità di farlo e a chi ci ascolta con attenzione ogni volta. Su quel palco, con alcuni amici speciali che mi hanno accompagnato in questo lungo tempo, suoneremo e canteremo guardando avanti, per potervi incontrare ancora».

Il live di Roma sarà anche l’occasione per presentare dal vivo “Per essere felici”, il nuovo album di inediti della musicista e cantautrice, che arriva a sei anni di distanza dal precedente lavoro “Pareidolia” e prosegue quell’evoluzione stilistica di Marina Rei, frutto di scelte ben precise e di un’attenzione sempre più rivolta alla parola e alla cura compositiva.

«Per essere felici – dice la stessa Marina Rei – è un lavoro in cui la scrittura è centrale fin dalla prima nota. questo disco è stato registrato quasi interamente a casa mia, con la volontà di non rincorrere alcun canone di bellezza o stereotipo sonoro. La scrittura è stata l'unica risorsa da cui partire e a cui tornare».

Il disco è stato anticipato dall’uscita del singolo e video della title track, seguito dal brano “Comunque tu”, dal singolo “Dimenticarci” e dall’ultimo estratto “Bellissimo”.

 

Articoli Correlati

Marina Rei Unpluggedapre l’ iWorld Reloaded

Al Parco della Musica la cantautrice propone i suoi successi in chiave acustica. Il 13 sul palco salirà Maldestro

Marina Rei: Così festeggio20 anni di musica e parole

L’1 luglio a Eutropia il concerto gratuito dell’artista romana che festeggia il ventennale del suo primo album