Anche Usain Bolt positivo "Starò in isolamento"

  • Coronavirus

Usain Bolt, 34enne ex velocista giamaicano, detentore del record mondiale dei 100 e 200 metri piani oltre che della staffetta 4×100 metri, è positivo al Covid-19. La notizia è stata resa nota dei media della Giamaica.  A riferire della positività al Covid-19 di Usain Bolt, primatista mondiale dei 100 (9”58) e 200 metri (19”19) dell’atletica leggera, è stata la radio giamaicana ‘Nationwide90fm’ che comunica che l’uomo più veloce del mondo si trova già in autoisolamento ma non è stato reso noto se manifesta i sintomi della malattia. Bolt avrebbe contratto il coronavirus dopo aver festeggiato il 34° compleanno ad una festa in Giamaica dove i presenti erano senza mascherine indossate e non c’era distanziamento sociale. All’evento a sorpresa di venerdì scorso c’erano anche Raheem Sterling, calciatore giamaicano naturalizzato inglese e attaccante del Manchester City, Chris Gayle, giocatore di cricket e Leon Bailey, calciatore del Bayern Leverkusen.

Bolt. “Buongiorno a tutti, mi sono svegliato e ho visto sui social la notizia che sono risultato positivo al Covid-19. Voglio essere responsabile, quindi starò in isolamento per il mio bene e quello dei miei amici. Non ho sintomi, ma sono in quarantena e aspetterò di sapere quale sarà il protocollo da seguire. Me la prendo con calma”. È questo il commento di Usain Bolt in un video pubblicato su Twitter e Instagram dopo essere venuto a conoscenza di aver contratto il Covid-19. La notizia della positività del primatista mondiale dei 100 (9”58), 200 metri (19”19) e staffetta 4x100 con la Giamaica è stata anticipata dalla giamaicana Nationwide XJ e ripresa dai tabloid inglesi. Usain Bolt in carriera ha conquistato ben otto medaglie d’oro olimpiche in tre edizioni dei Giochi (Pechino 2008, Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016) e undici titoli mondiali.Non è ancora confermato, ma a quanto pare l’uomo più veloce del mondo avrebbe contratto il coronavirus in occasione del grande party a sorpresa organizzato presso la sua residenza dalla compagna, la miss Kasi Bennet che il 18 maggio è diventata mamma di Olympia Lightning Bolt. Alla festa erano presenti diverse personalità sportive. Come riportano i media inglesi, tra gli ospiti c’era anche Raheem Sterling, attaccante del Manchester City, oltre a Leon Bailey, ala del Bayer Leverkusen, la stella del cricket Chris Gayle e il cantante reggae Christopher Martin.

Articoli Correlati
Coronavirus

Deceduti in salita:sfiorata quota mille

Altissimo il numero di morti: le vittime sono 993 contro i 684 di ieri
Coronavirus

Hacker controla catena del freddo dei vaccini

Allerta dell'Ibm: scoperta una campagna di phishing globale
Coronavirus

Feste, niente spostamentinelle seconde case

Governo, dal 20 dicembre stop agli spostamenti tra le regioni