Il fascino planetario delle serie tv turche

  • Televisione

ROMA Dopo aver conquistato tutto il mondo, le serie tv turche cominciano a spopolare anche in Italia: non solo grazie alla tv tradizionale, ma soprattutto grazie alle grandi piattaforme come Netflix, Amazon e Sky. Dalle serie più popolari come Daydreamer, in onda su Canale 5, a Sorelle, sempre su Canale 5, al  crime drama rivelazione come “Black money love”, in onda su Netflix, tanto che anche in Italia sono nati i fan club dell’attore protagonista, Engyn Akyurek, che nel 2015 vince anche un Emmy per la sua interpretazione e che è famosissimo persino in Sudamerica, la patria delle telenovelas. Insieme alla collega Tuba Büyüküstün (coprotagonista in "Black money love") sono considerati la più bella coppia di attori turchi (sopra nella foto). Ci sono poi “Intersection”, “The protector”,“L’impero ottomano”, che continuano a macinare appassionati. Ma quali sono gli ingredienti che rendono queste serie un successo planetario? Le caratteristiche di base, mescolate con maestria, non si differenziano molto dalle soap opera classiche: una storia d’amore, attori molto belli con l’aggiunta in questo caso del fascino esotico, e differenze di classe , il classico tema del ricco che si innamora del povero .

Ma ci sono anche tante differenze che ne aumentano il fascino: sono più innocenti , il sesso è praticamente assente, esasperando quindi il lato romantico; sono molto varie, non ci sono solo serie drammatiche, anzi in molte serie si enfatizzano i toni leggeri e da commedia; il contrasto fra tradizione e modernità, tipico della cultura turca, esercita curiosità ed empatia.

La differenza fondamentale risiede comunque negli spazi utilizzati. Le soap opera tradizionali peccano di un uso eccessivo dei set, mentre quelle turche propongono scenari reali come sfondo, facendo della Turchia stessa, ed in particolare di Istanbul, un altro protagonista all’interno della trama. Quest’ultimo punto, unito ad un sapiente uso della fotografia, porta realismo e profondità all’interno delle storie, ed esercita una forte attrazione nei fan di queste produzioni data l’estrema bellezza degli scenari. Alle case meravigliose con vista sullo Bosforo, fanno da contraltare le abitazioni più modeste, che però rimandano a un’idea più vicina alla vita reale. Non a caso Istanbul  nell’ultimo decennio ha visto moltiplicare il numero dei turisti,  e secondo molti esperti il merito è anche delle serie tv.

Infine, il popolo turco è innamorato dell'Italia, e sono molti i rimandi e i riferimenti nelle seire tv alla nostra cultura, al nostro cibo, alla nostra musica.

 

VALERIA BOBBI

 

Articoli Correlati
Televisione

Maxi retata europeadei “pirati” delle pay tv

Trasmissioni protette da diritti d'autore rubate e rivendute con profitti milionari
Televisione

"Il collegio 5”Ecco i nuovi protagonisti

Al via da martedì 27 ottobre la nuova edizione del reality
Televisione

Nuovi palinsensti MediasetRete 4 vira sulle news

Il nuovo anno televisivo del Biscione presentato ieri a Monte Carlo