In un appartamento un museo di reperti illegali

ROMA È un vero e proprio "museo privato" quello scoperto dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma in un appartamento nel quartiere Monteverde, dove sono stati rinvenuti 101 manufatti di rilevante pregio, alcuni dei quali risalenti all'epoca protostorica e altri all'età ellenistico-romana.   

Le Fiamme Gialle del 3  Nucleo operativo metropolitano hanno individuato una donna di nazionalità giordana nella cui abitazione erano presenti ampolle in vetro, balsamari, piccole bottiglie con ansa, monete e medaglie, accuratamente sistemate all'interno di alcune bacheche. Tra i reperti, spicca un rarissimo sigillo cilindrico mesopotamico di epoca protostorica con un'incisione di stile protodinastico, presumibilmente risalente al 2750 a.C.    La donna dovrà ora rispondere dei reati di detenzione abusiva di materiale archeologico e ricettazione.  L'attività svolta rientra nel più ampio dispositivo di contrasto ai traffici illeciti predisposto dalla Guardia di Finanza di Roma.

Articoli Correlati

Calenda già in partenza"Vado subito nelle periferie"

Carlo Calenda e la candidatura a sindaco di Roma: "Dalla prossima settimana a spron battuto in giro nelle periferie"

Covid, allertasul rischio focolai

Nel Lazio 939 contagi in più, 462 nella Capitale. Cluster a Farnese

Teatro contro il bullismo all’istituto Aurelio Saffi

All’Istituto Aurelio Saffi di Roma una rappresentazione sui rischi e sulla nocività del bullismo