Grillo difende Raggi e attacca i romani "di fogna"

  • Roma

Beppe Grillo ha postato sui social un "sonetto" in difesa di Virginia Raggi dal titolo "Virgi, Roma nun te merita". Nel testo, in dialetto romanesco, scritto da Franco Ferrari, si invita la sindaca e "tutti gli onesti" a "prendere la valigia e abbandonare questa città bella e zoccola". "Virginia prendi una valigia - è l'aspra provocazione - tuo figlio e tuo marito che ce ne andiamo da questa gente di fogna". Il sonetto è un duro 'j'accuse' ai romani che se la prendono con "questa povera 'Crista'". Un attacco anche a ex sindaci della capitale e ad alcuni imprenditori. "Ma voi godete a sputare in faccia a una sindaca pulita e testarda, una che le cose le fa".

Toni. Fonti vicine a Virginia Raggi leggono l'uscita del fondatore del Movimento come un "incoraggiamento" alla sindaca ad andare avanti nel suo operato a Palazzo Senatorio, senza però sbilanciarsi sui prossimi scenari elettorali. Ma i toni utilizzati nel testo citato da Grillo sul suo sito sono destinati ad alzare un polverone perché i romani vengono descritti come "gente de fogna" che da "circa tremila anni rompe li cojoni". Quasi una reprimenda a non "sputà in faccia" alla sindaca seguita dall'invito a "pensacce bene" negli 11 mesi che separano dalle urne. Se non è un assist alla ricandidatura della Raggi, in teoria ancora vietata dalle regole M5s, gli somiglia molto.     Il primo a prendere le distanze dal post di Grillo è proprio un eletto pentastellato, il presidente della Commissione capitolina Bilancio Marco Terranova: "Chiedo scusa ai romani, mai e poi mai mi permetterei di apostrofarli, specialmente collettivamente, con epiteti come infami o gente di fogna".   Lo segue Tobia Zevi, uno dei tanti esponenti locali Pd che vorrebbero correre in eventuali primarie, che si dice "offeso ed indignato di essere trattato così". E poi: “Grillo si sciacqui la bocca prima di parlare dei romani - afferma afferma Stefano Pedica del Pd - Ci vuole un bel coraggio a definirli ‘gente de fogna’ dopo aver subito la ‘devastazione’ dei 5 stelle. Vuole portarsi via Raggi? Lo faccia subito, Roma non la rimpiangerà”.. 

"Insulti inaccettabili".  “Sono veramente inaccettabili e da rispedire al mittente gli insulti ai romani da parte di Beppe Grillo, chiamati 'gente di fogna' perché colpevoli di non volere più un sindaco che si sta rivelando il peggiore di tutti per come sta lasciando Roma". Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina. "Oltre che danneggiati, adesso siamo pure beffati - prosegue - da chi ha fatto le sue fortune a suon di parolacce contro i politici di prima ma che, alla prova del nove, si è rivelato totalmente inadeguato a gestire anche le cose più semplici. Raggi, se amasse veramente Roma, dovrebbe immediatamente prendere le distanze da Grillo e dalle sue ignobili offese ed insulti”.

Raggi.  "Quel 'gente de fogna' non mi piace. Lo so che ti riferisci a chi ruba o incendia ma, se puoi, toglilo. Di una cosa sono fiera, nel mio ruolo sono il sindaco di tutti i romani, soprattutto di chi mi critica". Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi su Facebook in risposta all'autore del testo in vernacolo romanesco rilanciato da Beppe Grillo.  "Franco, grazie di cuore - prosegue Raggi - amo Roma con tutta me stessa: questo mi fa andare avanti insieme all'affetto di tutti voi. Gli ostacoli, i boicottaggi, gli incendi, i  sabotaggi in questi anni non sono mancati - e c'è ancora chi rema contro il cambiamento - ma noi romani siamo più forti".

Articoli Correlati

Raggi ci riprovae si ricandida a sindaca

Raggi si ricandida: "Sono convinta che dobbiamo andare avanti". Il Pd: "Pessima notizia"

Roma, kit esperienziale con vantaggi per lo shopping

kit con Mappa Charta Roma, set di cartoline dei monumenti in Realtà aumentata e extra sconto shopping per Castel Romano

Museo del Fascismo a RomaLo stop della sindaca Raggi

Mozione dei 5Stelle: Tutte le associazioni riunite della Casa della Memoria e della Storia si sono delle contrarie