«Over 65 state a casa» Restano le misure antivirus

  • Milano

Consiglio per gli over 65: state a casa perchè siete i più a rischio. Lo ha detto ieri l’assessore al welfare Giulio Gallera annunciando un vertice con i sindaci delle zone interessate per predisporre piani di assistenza agli anziani sul modello del piano caldo, per portare spesa e assistenza a domicilio e farli uscire il meno possibile.  Consolidata la collaborazione con le strutture private: già da oggi un team di 14 specialisti del gruppo San Donato sarà operativo nelle aree di emergenza. Per rinforzare il personale sanitario in affanno verranno anticipate ai prossimi giorni, online, le lauree di 150 infermieri previste in aprile. L’altro fronte è il reclutamento di medici. «Li prendiamo giovani o pensionati, l’importante è che siano specializzati» ha detto Gallera.  
Confermate fino all’8 marzo le misure restrittive: scuole, cinema, teatri, palestre chiusi, ma non chiese e musei, per i quali è previsto il numero contingentato. Su Bergamo, Lodi, Piacenza, Cremona  sabato e domenica chiusi i centri commerciali, tranne farmacie e alimentari.
  Su 984 positivi lombardi, 375 sono in isolamento domiciliare, 406 ricoverati, 106 in terapia intensiva, 73 dimessi. 31 deceduti. Da domani nella caserma di Baggio potranno andare i dimessi  non ancora negativi che non possono andare a casa. Allestite anche tende per il triage dei detenuti in entrata nelle carceri.

Articoli Correlati

Sala: "No a sceriffiE conta il bene di Milano"

Il sindaco Giuseppe Sala spiega il giro di vite sulla movida milanese in un video su Fb

Patto Comune-Emergency per assistere i clochard

Un team dell’Ong di Strada sarà nei dormitori per monitorare i senzatetto. Ma resta il problema di quanti rifiutano l'assistenza

Niguarda si ribellacontro gli audio "fake"

Aperta un'inchiesta sui due file girati su Whatsapp che invitavano a comprare vitamina C