Che botta sul turismo Incassi calati del 50%

  • TORINO

CITTA' «Calo del 50% degli incassi da domenica a oggi». L’allarme è stato lanciato dalle categorie produttive di Torino, Ascom e Confesercenti dopo l’incontro con il prefetto Claudio Palomba, la sindaca Chiara Appendino e altri parti economiche. Tra le attività più colpite, ci sono discoteche, ristoranti, negozi e alberghi. «Sono dati allarmanti. Anche a Torino serve mettere in campo le stesse misure che hanno le aziende nelle Zone Rosse», sottolinea Federalberghi che parla di metà delle prenotazioni cancellate nelle strutture torinese.«Dipenderà anche dalle ordinanze future, siamo appesi a un filo. L'immagine è che l'Italia, invece di aver aumentato i controlli, sia in una situazione fuori controllo», spiega Fabio Borio, presidente di Federalberghi Torino. Intanto, in attesa di decidere se le restrizioni proseguiranno, il numero dei contagiati resta a tre, due di Cumiana dove anche ieri sono andati avanti i controlli, e un torinese e oltre 50 sotto osservazione. «Attualmente i laboratori in grado di fare l'esame sono due, presso gli ospedali Molinette e Amedeo di Savoia a Torino - spiega l’assessore Icardi -. Nei prossimi giorni ne aggiungeremo altri tre, ad Alessandria, Cuneo e Novara. Questi centri dovranno essere dotati delle attrezzature e delle professionalità necessarie».

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati

Il Piemontepronto a chiudere

Cirio: «Servono misure drastiche». Strutture sanitarie al limite. Denunciate 21 persone

Coronavirus, a Torinoè assalto ai supermercati

Sale a 482 il numero dei contagiati, venti fino a ieri le vittime del Covid 19

Salgono a 13 i decessi Prima vittima nel Torinese

I contagiati toccano quota 380, mentre 50 sono quelli in terapia intensiva