Fnm ora punta sul treno Hyperloop

  • Milano

Trasporti Raggiungere Malpensa dalla stazione di Cadorna in 10 minuti anziché in 43. È l’obiettivo dello studio di fattibilità che verrà sottoscritto a breve da FNM e Hyperloop Italia, la società che sta lanciando i treni a levitazione magnetica passiva. L’accordo, il primo in Italia di questo tipo, prevede uno studio di ingegneria e di fattibilità tecnico-economica-giuridica per valutare la possibilità di realizzare un sistema di trasporto di passeggeri e merci ad altissima velocità. Saranno anche approfonditi i consumi energetici legati al nuovo sistema e i costi connessi all’intera operazione. I termini dell’intesa tra FNM e Hyperloop Italia sono contenuti in una lettera d’intenti che le parti sottoscriveranno. Lo studio di fattibilità dura “sei mesi”, ha confermato ieri Bibop Gresta, fondatore e Ad di Hyperloop Italia, spiegando che il costo stimato per l’infrastruttura di Hyperloop varia da 20 a 40 milioni di dollari al Km. «L’Italia - aggiunge - potrebbe essere il primo network al mondo con tecnologia Hyperloop». «Abbiamo un prototipo a Tolosa - ha aggiunto - lungo 32 metri, realizzato per il 90% in fibra di carbonio. Siamo nella fase di collaudo e assemblaggio finale e lo stiamo certificando con l’Ue».  «Lo studio - ha spiegato il presidente di Fnm Andrea Gibelli - ha innanzi tutto lo scopo di valutare la fattibilità dell’opera da un punto di vista normativo e ambientale». «È uno studio in 4 fasi - ha aggiunto - ed è presto per parlare di numeri. Siamo solo alle pubblicazioni di matrimonio», ha concluso

Articoli Correlati

Effetto Covid sul Natale Consumi in picchiata

Calano i contagi in Lombardia

Green: ora la Lombardia vira sulla ferrovia a idrogeno

La Valcamonica sarà la prima “Hydrogen Valley” italiana: la linea Brescia-Iseo-Edolo avrà sei treni ecologici

Gallera: "Da sabato o lunedi in zona arancione"

Per l'assessore la Lombardia è pronta a riaprire parzialmente. "Vogliamo negozi aperti a Sant'Ambrogio"