Per il nuovo Buzzi servono 10 milioni

  • Milano

Sanità L’obiettivo è raccogliere 10 milioni di euro. È quanto serve per il progetto del “Grande Buzzi”, l’ospedale del bambino di Milano. Ieri è partita ufficialmente la campagna di “foundraising”  - #AssenzaDiGravità - lanciata per sostenere l’ospedale che intende diventare un hub pediatrico internazionale. A guidare la raccolta fondi, la Fondazione Buzzi. I primi contributi circa 2 milioni sui 10 - sono arrivati dai privati e saranno destinati per una Risonanza Magnetica 3 Tesla,  due nuove sale; due posti letto di rianimazione pediatrica.   Oggi in Italia ci sono 11 ospedali pediatrici, il Buzzi è «l’unico a Milano e in Lombardia», spiega l’ex primario di anestesia Ida Salvo, «ma siamo indietro. Noi vogliamo un ospedale grande per poter accogliere tutti. Oggi non possiamo, perché per esempio abbiamo solo 3 sale operatorie». Per avere un paragone, il Gaslini di Genova e il Meyer di Firenze di sale operatorie ne hanno 7, il Bambino Gesù di Roma 20. Nel nuovo Buzzi «ci saranno 6 sale operatorie, 12 posti di rianimazione. Per ora siamo piccoli ed è una vergogna per Milano» dice Salvo. L’ospedale ha avviato la costruzione di un padiglione dedicato all'emergenza e urgenza di 10 mila mq, sviluppato su 7 piani, collegato all'attuale ospedale, l'idea è di contribuire investendo «soprattutto in macchinari». Oggi in Italia il 70% dei baby pazienti è curato in reparti per adulti, il 70% delle Tac viene fatta in ospedali non pediatrici. I farmaci non sono sufficientemente testati sui bambini. Insomma, ci dobbiamo muovere.

Articoli Correlati

Allarme dei medici«Prepariamoci all'autunno»

L'ordine lombardo teme influenza più il Covid

A Cascina Merlata nascerà una scuola da 900 studenti

Nell’accordo da 21 milioni anche la sistemazione del piazzale antistante il Cimitero Maggiore

Guaio camici per Fontana

Per i pm quella di Dama - la società dei parenti del Presidente - non sarebbe stata una donazione