Turista coreana travolta e uccisa da un tram

  • Milano

Centro Una tragica fatalità dovuta, probabilmente, all’eccesso di alcol. È la prima sommaria ricostruzione dell’incidente che ha causato la morte di una turista coreana di 20 anni, travolta lunedì notte da un tram della linea 9 in piazza Oberdan. L’incidente è avvenuto verso la mezzanotte. Illese ma sotto shock tre sue connazionali - due 25enni e una 22enne – che, come il tranviere, sono state trasportate in ospedale. Il conducente ieri è stato indagato per omicidio colposo, un atto dovuto a garanzia della difesa per svolgere tutti gli accertamenti. Il caso è stato affidato al pm  Ilaria Perinu. Al momento, da quanto si è saputo, verrebbero escluse responsabilità da parte del conducente, perché la 20enne sarebbe spuntata all’improvviso davanti al mezzo che stava ripartendo dopo la fermata in piazzale Oberdan, vicino a Porta Venezia. Sembra inoltre che il tram procedesse a bassissima velocità. Stando a quanto riferito agli investigatori dalle amiche della ragazza, la giovane era probabilmente ubriaca. La Polizia locale sta cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’investimento. Di sicuro, la giovane è stata trascinata per alcuni metri. Per lei, nonostante i tempestivi soccorsi, non c’è stato nulla da fare, è deceduta sul colpo. Il pm ha disposto l’autopsia e saranno effettuati sul cadavere anche gli esami tossicologici. 

 

Articoli Correlati

Guaio camici per Fontana

Per i pm quella di Dama - la società dei parenti del Presidente - non sarebbe stata una donazione

Street art anti violenzasulle saracinesche

E' il progetto Amabilità di Libere Sinergie e IED Milano

Caso camici, indagatoil cognato di Fontana

Per una fornitura alla Regione Lombardia