Negrita: «Un live per i 25 anni di carriera»

  • Negrita

MILANO Negrita di nuovo dal vivo in acustico. Oggi al Dal Verme (ore 21, da euro 40.25) arriva il tour La Teatrale + Reset Celebration. Ce ne parla Drigo, chitarrista della band toscana.

Drigo, ci avete preso gusto…
«Sì, è la terza tranche di un tour che celebra 25 anni di carriera. Uno spettacolo fuori dagli schemi, intimo e acustico, diverso per noi e il pubblico. E piace, visto che i sold out si ripetono».

Novità in scaletta?
«Festeggeremo i 20 anni di “Reset”, uno dei nostri album più amati, che mescolava il rock con l’elettronica. È ancora attualissimo, lo rileggeremo in una chiave più delicata. Ma con qualche momento elettrico».

Intanto i vecchi dischi dei Negrita vengono ristampati in vinile.
«Il cd è pratico, ma il vinile ha un fascino unico: a parte il suono, ti godi la copertina e le foto, leggi i testi, entri meglio nel mondo dell’artista. E mi fa piacere che i ragazzi di oggi li riscoprano».

Che rapporto avete con Milano?
«È la nostra seconda casa. Ci sono i nostri discografici, è un punto di riferimento. La conosciamo bene, l’abbiamo vista sfiorire e rifiorire negli anni. Ora è come una capitale europea, con tante cose interessanti e una nuova architettura».

Cosa c’è nel vostro futuro?
«Probabilmente un disco live acustico. E, poi, ci concentreremo sugli inediti. Ma sempre senza programmare troppo e lasciandoci guidare dalla vita. Ad esempio, senza il tour in Sudamerica non avremmo mai scritto Rotolando verso Sud, tra i nostri pezzi migliori».

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

25 anni di Negritatra vecchi e nuovi successi

I Negrita faranno tappa all’Auditorium della Conciliazione per celebrare i 25 anni di carriera