Annullata la parata cinese Wu: «Siamo molto colpiti»

  • Milano

 Città «Siamo emotivamente coinvolti dall’epidemia che sta colpendo la Cina e per questo motivo abbiamo annullato la parata: il nostro Paese d’origine soffre e noi non possiamo festeggiare». Ha motivato così la decisione di annullare la festa per il Capodanno cinese prevista per il 2 febbraio prossimo a Milano, Francesco Wu, membro del direttivo Confcommercio e rappresentante della più grande comunità cinese in Italia. Wu ha spiegato che la sospensione - analoga a quella di Roma - è stata concordata domenica dopo una riunione tra le associazioni sino-italiane della città. Vi hanno partecipato una ventina di rappresentanti di 15 associazioni di Milano. 
«Dopo una breve discussione tutti hanno concordato nel sospendere la festa e usare i fondi per inviare mascherine e altro materiale sanitario nella zona colpita», ha spiegato l’imprenditore. In queste ore la comunità milanese sta «prendendo contatti con i fornitori italiani per comprare i prodotti migliori e poi spedirli», ha fatto sapere ancora Wu. 
Molti dei cinesi di Milano hanno parenti che erano tornati nella madrepatria in occasione della festa più importante dell’anno: «c’è sicuramente un po’ di timore, ma da quanto sappiamo stanno tutti bene», ha concluso il presidente Wu.

Articoli Correlati

Allarme dei medici«Prepariamoci all'autunno»

L'ordine lombardo teme influenza più il Covid

A Cascina Merlata nascerà una scuola da 900 studenti

Nell’accordo da 21 milioni anche la sistemazione del piazzale antistante il Cimitero Maggiore

Guaio camici per Fontana

Per i pm quella di Dama - la società dei parenti del Presidente - non sarebbe stata una donazione