Incontra: «Madre-coraggio in cerca di se stessa»

  • Vanessa Incontrada Come una madre

SERIE-TV Ha appena annunciato che avrà un’altra bambina e ha perdonato sotto gli occhi della telecamera sua madre per un’infanzia non facile e ora sta per entrare nei panni di un’altra madre. Come una vocazione. Ecco la solare Vanessa Incontrada che (dal 2 febbraio) vedremo su Rai1 in una miniserie in tre parti, al fianco di Giuseppe Zeno, in Come una madre, firmata da Andrea Porporati.

Vanessa Incontrada, ma chi è questa madre?
«È  una donna che ha perso il figlio in un incidente e si rifugia su un’isola dell’arcipelago toscano, ma viene accusata dell’omicidio della sua vicina di casa e decide di scappare con i figli che la stessa vittima le aveva lasciato in custodia. È una donna che cerca se stessa raccontata in un film la cui lavorazione è stata faticosa perché con i bambini sul set non è semplice».

È  una donna che entrerà a pieno titolo nella galleria delle sue eroine di ogni giorno?
«È vero, ho sempre interpretato donne coraggiose, che devono prendere decisioni importanti, a volte donne fragili ma sempre determinate nel difendere i valori in cui credono. E anche qui è stato lo stesso. Ormai è una mia battaglia. E poi mi piace quello che la Rai mi propone e ho altri progetti».

Come sceglie i copioni?
«In base alla storia ma anche al periodo della mia vita, per me conta certamente il regista ma vado anche molto d’istinto. Sono, anche quando recito, una donna di pancia».

 

 

SILVIA DI PAOLA