Idrogeno? Da acqua marina e prodotto on demand sul posto

  • combustibili green

Se andasse in porto del tutto, potrebbe essere una svolta epocale per la mobilità green. Ricercatori dell’Indian Institute of Technology (IIT) di Madras, hanno sviluppato una tecnologia che può essere usata per generare combustibile a idrogeno dall’acqua del mare. Servendosi di questa tecnologia – descritta in un paper per la rivista “Acs Sustainable Chemistry & Engineering” – l’idrogeno può essere prodotto on demand nel luogo di utilizzo, senza necessità di stoccaggio e trasporto, superando i problemi legati all’alta infiammabilità e capacità esplodente, dell’idrogeno stesso. “I materiali necessari per la produzione sono trasportati allo stato solido da un posto all’altro senza difficoltà, eliminando del tutto le questioni legate allo spostamento dell’idrogeno” ha dichiarato Abdul Malek del Dipartimento di Chimica dell’IIT. “L’idrogeno è il futuro” ha aggiunto “Noi vogliamo renderlo “il presente”.

On demand. La tecnologia sviluppata da Malek e dai suoi colleghi è in grado di generare idrogeno da qualsiasi fonte d’acqua, ma considerando la disponibilità di acqua marina, la loro attenzione si è concentrata soprattutto su questa. Il sistema genera il carburante semplicemente premendo un bottone, hanno dichiarato i ricercatori, che sposta l’acqua da un compartimento all’altro. “L’aggiunta di acqua controlla l’ammontare di idrogeno prodotto, rendendone il flusso gestibile in relazione alle necessità” ha dichiarato sempre Malek. Rimane da chiarire la questione dei costi su vasta scala dell’invenzione, che potrebbe rivoluzionare il panorama mondiale dell’approvvigionamento green.

Scomparti. L'idea sarebbe quella di "renderlo come una macchina da caffè in modo che qualsiasi uomo comune possa premere un interruttore e produrre idrogeno quando richiesto", ha dichiarato Malek. Il dispositivo contiene due scomparti sovrapposti uno sopra l'altro. Gli utenti possono aggiungere acqua di mare o acqua di rubinetto dal compartimento superiore. Nella sezione inferiore, ci sono materiali che possono produrre idrogeno dividendo l'acqua. Non appena l'acqua raggiunge il compartimento inferiore, la produzione di idrogeno si verifica e può essere raccolta attraverso uno sbocco, dicono i ricercatori. Il tubo di uscita può essere quindi collegato a motori che gestiscono veicoli o producono elettricità.