Da Gazzelle a Cantisani la musica ha tante anime

  • Gazzelle Post Punk

MILANO È uno dei nomi di punta del nuovo pop italiano. Romano, 30 anni, Gazzelle sta riscuotendo un grande successo fra il pubblico dei millennials, dei quali sa ben raccontare dubbi, disagi e speranze. Dopo l’esordio di “Superbattito”, lanciato dal singolo “Meglio così”, ha pubblicato nel novembre 2018 “Punk”, disco in equilibrio fra pop, elettronica e canzone d’autore, con atmosfere minimali e testi che raccontano malinconiche storie d'amore.

Pochi mesi fa, invece, è uscito “Post Punk”, riedizione dell’album precedente con l’aggiunta di quattro inediti, fra cui “Polynesia” e “Settembre”. In più ha scritto “Limbo - Pensieri Inversi”, libro di poesie che conferma il suo stile semplice e giocoso, quotidiano e senza filtri. Un piccolo grande fenomeno dai numeri sorprendenti: non a caso il suo concerto di domani al Forum d’Assago è esaurito da tempo.

In alternativa, stasera al circolo Ohibò, il recital di Succi e Irene Ghiotto, seguiti domani all’Alcatraz dal gruppo vocale Neri per Caso e al Live di Trezzo da Cristina D’Avena coi Gem Boy. Domani allo Spazio Teatro 89, per “Milano Blues 89”, suonerà Jaime Dolce’s Innersole. Domenica la cantautrice Marian Trapassi sarà allo Spirit de Milan con l’album “Bianco”, che spazia dal jazz al blues e al folk (ore 22, ingresso libero), mentre al Blue Note ritroveremo la cantante e compositrice Claudia Cantisani con “Non inizia bene neanche questo weekend”.

 

 

DIEGO PERUGINI