Tra i Diaframma Piccinini e Dente

  • Federico Fiumani Diaframma

MILANO Sono un gruppo storico della scena rock italiana Anni ‘80 e, nonostante il passare del tempo e delle mode, tengono ancora fede al loro stile controcorrente e anticonformista. Domani al Magnolia (ore 21.30, euro 13.80 con tessera Arci) riecco i Diaframma, come al solito saldamente guidati dal leader Federico Fiumani, ormai prossimo a compiere i 60 anni. Fra numerosi cambi di formazione e un temporaneo scioglimento, la band fiorentina ha pubblicato a fine 2018 un nuovo cd, “L’abisso”, che sarà al centro del live milanese. Un disco che ribadisce quel tipico e avvincente suono a metà fra rock alternativo, new wave e canzone d’autore.

Nell’attesa ecco per stasera al Blue Note il ritorno della “cantafiorista” Rosalba Piccinni (ore 21, euro 35/40), accompagnata per l’occasione da un ottimo quartetto jazz, mentre allo Spirit de Milan, per “Rock Files Live!”, si terrà la serata “Le corde dell’anima”, che vedrà sul palco il cantautore Alberto Fortis e l’arpista Vincenzo Zitello (ore 22, ingresso libero con iscrizione su www.lifegate.it).

All’Apollo riprendono gli appuntamenti con We Reading, il format di letture non convenzionali che ospita diversi artisti dal panorama musicale. Stasera (ore 21, ingresso libero) toccherà al cantautore emiliano Dente, che guiderà il pubblico in un viaggio alla scoperta de “Il Dubbio”, uno dei saggi più famosi di Luciano de Crescenzo. Al Circolo Ohibò, infine, l’alt-pop dei Vanarin.

 

 

DIEGO PERUGINI