«La guerra è finita ma il ricordo deve restare»

  • Tv/Rai1

ROMA Vuole raccontare un futuro che ricomincia. Anzi “una resurrezione”. Dai campi di sterminio e da tutto l'orrore del mondo. Una resurrezione di bambini. È “La guerra è finita” diretto da Michele Soavi  da oggi in onda su Rai1 per  quattro prime serate.

Protagonisti Isabella Ragonese e Michele Riondino che, spiega Soavi, «sembra un cacciatore di bambini, ma in realtà cerca disperatamente sua moglie e suo figlio deportati:  siamo subito dopo la fine della guerra e la storia è  quella di Sciesopoli a Selvino, dove tra il ‘45 e il ‘48 furono raccolti e aiutati in un istituto più di 800 bambini e adolescenti ebrei provenienti dai campi di concentramento».

Per la Ragonese  «era importante ascoltare i bambini come fosse la prima volta che sentivo cose del genere. È un modo di stare all'ascolto che mi piacerebbe mantenere e che consiglio  a tutti perché purtroppo cose del genere continuano a succedere, basti pensare che una sopravvissuta ai lager come Liliana Segre deve oggi girare con la scorta. Spero che anche una fiction come questa aiuti a mantenere  quell'indignazione, quella rabbia, quello stupore, quel dolore di chi ha sentito per la prima volta ciò che era successo nei lager».

Per Riondino è un dovere morale il lavoro della memoria: «Ben vengano storie del genere in un momento in cui si sentono rigurgiti antisemiti perché il fascismo non è un'opinione e l'antifascismo deve mantenere alta l'attenzione e contrastare la barbarie anche con la memoria».

SILVIA DI PAOLA

Articoli Correlati

Anna Foglietta è Nilde Iotti su Rai1

Domani sera in prima serata sull'ammiraglia Rai la docufiction sulla prima presidente della Camera donna

Arriva su RaiUno “L’amica geniale 2”

Andrà in onda il prossimo anno sulla rete ammiraglia Rai “La storia del nuovo cognome” tratto dall'omonimo libro di Elena Ferrante

«La mia faccia d'epocaora la presto al Mago Zurlì»

Simone Gandolfo interpreta Cino Tortorella nel film tv “I ragazzi dello Zecchino d'Oro” in onda domenica su Rai1