Roma-Wolfsberger 2-2 qualificata ma senza primato

  • Europa League

CALCIO Due volte in vantaggio e due volte raggiunta dal Wolfsberger: la Roma agguanta la qualificazione ai sedicesimi di Europa League ma da seconda del girone J, superata all’ultima curva  da quell’Istanbul Basaksehir  che i giallorossi tra andata e ritorno hanno battuto 7-0. I turchi, infatti, hanno fatto il colpaccio in casa del Borussia Monchengladbach (1-2), che quindi esce di scena.  La Roma ieri  è stata distratta, spesso imprecisa, un atteggiamento che non è piaciuto a Fonseca.  Si è portata in vantaggio con un rigore di Perotti al 7’, gli austriaci hanno pareggiato con un autogol di Florenzi,  nuovo vantaggio firmato Dzeko,  di Weissman il definitivo 2-2. E  tanta paura nel finale. La sfortuna, nel frattempo, si è accaniva  contro Alessandro Florenzi. Il  capitano della Roma ha giocato solo tre partite dal primo minuto negli ultimi due mesi, e ieri aveva una chance: ma il capitano ha regalato il pareggio agli austriaci con una sfortunata deviazione che ha mandato il pallone nella porta di Mirante. Uno sventurato autogol, il primo di Florenzi. Un periodo difficile per il terzino, che rischia di lasciare la Roma a gennaio. Ma c’è anche un bella notizia nella serata dell’Olimpico. Verso la fine del primo tempo, lato curva Sud, si sono sentiti dei  “buu” all’indirizzo di Anderson Niangbo, giocatore ivoriano della squadra austriaca. I “buu” sono stati subito coperti dai fischi del resto dello stadio, curva compresa, e la partita è andata avanti senza ripercussioni.

Articoli Correlati

Gent-RomaFonseca si gioca tutto

La Roma scenderà in campo alla Ghelamco Arena di Gand contro il Gent. Tra i belgi mancherà l’infortunato Yaremchuk

Inter-Ludogoretstra mascherine e spalti vuoti

I rumeni sono sbarcati ieri a Malpensa con mascherine e (in molti casi) guanti. E a San Siro è tutto pronto per la prima gara a porte chiuse

Ennesimo ko per la RomaPellegrini salta due gare

La Roma di Paulo Fonseca continua ad essere tempestata di infortuni: stavolta per Pellegrini si tratta di lesione di primo grado al flessore della coscia