Rennes-Lazio 2-0 I biancocelesti salutano l'Europa

  • Europa League

CALCIO Niente miracoli in Bratagna. Si chiude con una deludente eliminazione ai gironi l’Europa League della Lazio, che incassa la  quarta sconfitta in sei partite nel gruppo E. I biancocelesti perdono 2-0 sul campo dell’ormai eliminato Rennes. 
Una cosa va detta, con il senno del poi: ai capitolini, apparsi demotivati e deconcentrati, non sarebbe comunque bastata nemmeno una  vittoria, visto il successo del Cluj sul Celtic Glasgow, sempre per 2-0, con entrambe le squadre che approdano ai sedicesimi di finale. A decidere la sfida del Roazhon Stadion la  doppietta di Gnagnon a segno al 31’ del primo tempo e al 42’ della ripresa. Abbastanza deludente la prova delle “riserve” biancocelesti: specialmente quella di Vavro, gigante ex Copenaghen che, specialmente in fase di impostazione, è stato impreciso. Ma fin dai primi minuti la formazione di Inzaghi, imbottita di riserve, ha mostrato la sua faccia più scarica, demotivata, poco incline alla battaglia e all’arrembaggio optando tutto (almeno inconsciamente) sul campionato e tralasciando il torneo continentale alla luce anche di una qualificazione già comunque compromessa (segnata dalla stranissima sconfitta subita nella prima partita contro il Cluj). L’assenza di tiri in porta nel primo tempo fotografa al meglio l’atteggiamento avuto dalla squadra di Inzaghi che ha cercato di scuotere e motivare i suoi: senza però ottenere grandi risultati, alla luce dei fatti.   

Articoli Correlati

Ennesimo ko per la RomaPellegrini salta due gare

La Roma di Paulo Fonseca continua ad essere tempestata di infortuni: stavolta per Pellegrini si tratta di lesione di primo grado al flessore della coscia

Ennesimo ko per la RomaPellegrini salta due gare

La Roma di Paulo Fonseca continua ad essere tempestata di infortuni: stavolta per Pellegrini si tratta di lesione di primo grado al flessore della coscia

Inter a porte chiuseHandanovic tenta il recupero

In Europa League ed imbottita di riserve l'Inter si prepara ad affrontare il Ludogorets, con la testa alla sfida con la Juve. Il portierone dovrebbe farcela