Milano a teatro in 4 fermate del metrò

  • Milano/Teatro

MILANO Che  succede quando alcuni autori della scena contemporanea si mettono a raccontare Milano? La risposta  oggi dal nuovo  spettacolo di Animanera, “M8 – Prossima fermata Milano”, che, fino a domenica, è di scena al Leonardo con la  scrittura di drammaturghi come Camilla Mattiuzzo, Carlo Guasconi, Pablo Solari, Magdalena Barile e Davide Carnevali.

Sono loro ad inventarsi una linea immaginaria della metropolitana milanese, la “M8” del titolo, dove ambientare, in 4  fermate, 4 pièce interpretate da Francesco Aricò, Giorgia Coco, Natascia Curci, Fabrizio Lombardo e Giorgio Rosa.

Con la regia di Aldo Cassano, lo spettacolo si apre su “Aspettando MM” di Camilla Mattiuzzo:  sulla banchina del metrò, due giovani donne si trovano in una conversazione-scontro piena di luoghi comuni, dalla diffidenza nell’altro al senso di panico che sembra ispirare Milano.

Alla seconda fermata  Carlo Guasconi e Pablo Solari esplorano il fenomeno delle consegne a domicilio nel loro “Delivery Service”, seguito da “Quel che resta del porno” di Magdalena Barile che s’interroga sulla sessualità a Milano, prendendo come emblema un set di video porno.

La quarta e ultima fermata è “Reincollare le zampe ai piccioni e altre proposte geniali per migliorare Milano in vista delle Olimpiadi invernali del 2026” di Davide Carnevali dove un esponente degli strati più bassi della scala sociale lombarda, l’attore, elabora proposte per una Milano a misura d’uomo (Info: mtmteatro.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Popolizio e Baliani, una sfida a teatro

Massimo Popolizio da stasera al Piccolo con “Un nemico del popolo” con la Paiato

«Ritorno in scena con tutto il cuore»

Vincenzo Salemme racconta il suo nuovo spettacolo che debutta stasera al Nazionale

«Vittima o carnefice?Ecco La Prova»

Bruno Fornasari racconta il nuovo spettacolo scritto e diretto da lui di scena da stasera al 26 gennaio al Teatro Filodrammatici