Jazzmi 2019 riparte da Hancock

  • Milano/Musica

MILANO Ai blocchi di partenza Jazzmi 2019. Da venerdì al 10 novembre torna la rassegna che racconta il jazz nelle sue tante declinazioni. Come al solito ci saranno i grandi nomi internazionali, ma anche giovani talenti emergenti in una serie di appuntamenti fra concerti, mostre, film, incontri, libri e masterclass. 

Molti gli spazi coinvolti, a partire da Triennale Milano Teatro e Blue Note, con attenzione anche alle tante realtà periferiche. 

Oltre 190 i live in programma, a partire dal tutto esaurito di venerdì al Conservatorio per un asso del pianoforte come Herbie Hancock e quello di domenica per il duo Stefano Bollani e Chuco Valdes al Dal Verme. Ma nel cast figurano anche Enrico Rava, Mingus Big Band, l'omaggio jazz a Modugno, Paolo Jannacci, Trio Bobo, Patrizio Fariselli, Spyro Gyra, Hiromi, Tuck & Patti, John Scofield & Jon ClearyJohn McLaughlin & The 4th Dimension, Archie Shepp, Paolo Fresu e altri (info: www.jazzmi.it). 

Nell'attesa ecco per stasera al Fabrique (ore 21, tutto esaurito) un astro nascente della canzone d'autore pop  come Lewis Capaldi, emerso con la romantica ballata “Someone You Loved”, molto apprezzata anche in Italia. Per l'occasione il 23enne di Glasgow presenterà l'album di debutto “Divinely Uninspired To A Hellish Extent”.

Al circolo Ohibò, invece, ritroveremo la cantautrice e produttrice Missincat con “10”, mentre al Serraglio suonerà la band di ottoni Lucky Chops.

 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Mogol racconta Battistial Teatro Dal Verme

Questa sera di scena “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti” per svelare i segreti dei brani più noti

Il pop-punk dei Sum 41 al Lorenzini District

Domani sera la band presenterà dal vivo l’album “Order in Decline” uscito lo scorso luglio

Melanie Martineza tutto pop

Domani al Lorenzini District presenterà i brani tratti dall’ultimo album “K-12”