S.Siro, sì al nuovo stadio ma salvando il Meazza

  • Milano

PALAZZO MARINO Il Consiglio comunale di Milano ha approvato con 27 voti favorevoli, 11 contrari e 7 astenuti l'ordine del giorno presentato dalla maggioranza (prima firma il consigliere Pd Bruno Ceccarelli) sul progetto di un nuovo stadio di San Siro presentato da Milan e Inter. Il testo indica alla giunta 16 condizioni per dichiarare il pubblico interesse sul progetto delle squadre. Due i contrari nella maggioranza: i consiglieri Pd Carlo Monguzzi e Alessandro Giungi. Astenuta Milly Moratti del Pd, come i consiglieri di Forza Italia, Manfredi Palmeri della lista civica "Io corro per Milano" e Patrizia Bedori del Movimento 5 Stelle. 

Nell’ordine del giorno approvato si dice che «alla luce dei pareri espressi dalla Soprintendenza, dal Politecnico e dalla Conferenza dei servizi, l'ipotesi di abbattimento dello Stadio Meazza si ritiene superata». E si invitano sindaco e giunta «a prevedere una proposta specifica in merito alla rifunzionalizzazione» del Meazza, per cui, tenendo conto della vocazione sportiva dell’impianto, vanno immaginate  «nuove e rinnovate funzioni (calcio femminile, settori giovanili, altri sport e manifestazioni sportive ed extra sportive, spettacoli culturali, concerti, altro)».     Il progetto del nuovo stadio, invece, dovrà considerare «l'obiettivo prioritario di minimizzare l'impatto ambientale, realizzando una cittadella di sport e servizi “car free”, che connetta il quartiere attraverso corridoi verdi alle grandi aree site ad ovest». E le variazioni rispetto al PGT dovranno essere ben giustificate.

Sala: «Il progetto dei club, così com'è, è inaccettabile»
«Il nostro è un sì condizionato», ha detto il sindaco Sala. Ottimista o pessimista su un accordo con le società? E lui: «Io con le società non ho parlato, non so se loro a fronte dello 0,65 di indice volumetrico che hanno chiesto quanto siano disponibili a scendere. Non so se nel frattempo su una ipotesi di San Siro rigenerato ci abbiano lavorato o meno». Tempo qualche settimana e si vedrà, dice, aggiungendo che, per ora, il progetto dei club «è inaccettabile», e che «uno sforzo per salvaguardare San Siro va fatto o perlomeno bisogna essere assolutamente certi che non c’è la possibilità di salvarlo». Ma Inter e MIlan, ieri, prima del voto, avevano fatto sapere di poter anche “rivalutare” l’ipotesi Sesto San Giovanni: solo un modo per fare pressioni? Sala: «Non mi turba».

METRO

Articoli Correlati

Scuola: in 7 giorni +33% di positivi

Galoppano i contagi nelle aule di Milano. L'Ats: "Stiamo monitorando, perché la scuola ha sempre anticipato l'epidemia"

Le facevano beree poi le stupravano

In manette tre sudamericani accusati di aver violentato due minorenni mentre erano incoscienti. In un caso hanno anche filmato le violenze e poi diffuso i video

Col coltello aggredisce passanti e agenti, ucciso

L'uomo, un pregiudicato, è stato raggiunto da due colpi sparati da un poliziotto delle volanti