Morto il bimbo caduto dalle scale

  • Milano

È stato dichiarato morto il bimbo di cinque anni e mezzo che era ricoverato al Niguarda dallo scorso 18 ottobre, quando era caduto dal secondo piano della scuola Giovanni Battista Pirelli di via Goffredo da Bussero. Come ha riferito l’ospedale, alle 9.53 è stato avviato l'accertamento di «morte con criteri neurologici», durato 6 ore.
La tragedia era avvenuta venerdì mattina alle 9.45. Il piccolo, che frequentava la prima elementare sezione C era caduto nella tromba delle scale dal secondo piano, facendo un volo di undici metri. Il bambino era fuori dall'aula perché aveva chiesto all'insegnante di andare in bagno. Mentre tornava in classe si sarebbe sporto dalla ringhiera, forse dopo essere salito su una sedia con le rotelle, per poi cadere.
 In procura era aperto un fascicolo senza indagati con l'ipotesi di reato  di lesioni colpose per omessa sorveglianza. Ora sarà modificato in omicidio colposo. Sembra che una bidella abbia perso di vista il bambino per una manciata secondi.   Il sindaco Beppe Sala ha pubblicato un messaggio di cordoglio alla famiglia su Facebook: «Per Milano oggi è un giorno doloroso. Per me uno dei più tristi da quando sono Sindaco». «È un giorno di lutto per tutto il mondo della scuola». Così  in un tweet il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti.

Articoli Correlati

I fondi Covid nelle tasche delle 'ndrine

Alle società controllata dai clan arrivati almeno 65 mila euro. E puntavano a un prestito agevolato da 150 mila eruo

Contributi Covid alle imprese delle cosche

Sgominata maxi frode sui fondi per l'emergenza

Allarme dei medici«Prepariamoci all'autunno»

L'ordine lombardo teme influenza più il Covid