Caccia a foto e ricordi sul Muro di Berlino

  • Milano

CITTA' Il 2019 è anno di grandi ricorrenze, come i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, o i 100 anni della Pace di Versailles. Ma c’è un’altra ricorrenza che riguarda un evento epocale, capace di segnare indelebilmente l’immaginario di tutti quelli che c’erano: la caduta del muro di Berlino. Per ricordare quel 9 novembre di trent’anni fa, che per lo storico Eric Hobsbawn fu la fine del “secolo breve”, si sta organizzando la mostra “C’era una volta il muro - Storia di immagini, parole e musica”. L’aspetto particolare della mostra, voluta da Arci Lombardia e Associazione Mescalina, con il patrocinio del Municipio 6 di Milano e il Goethe Institut, e in collaborazione con lo Spazio Tadini (8-15 novembre all’Ex Fornace Gola di Alzaia Naviglio Grande 16) è quello di dar “voce” ai ricordi di chi c’era. Scopo, favorire il dialogo nella società, abbattere tutti i “muri”. Per questo, chiunque avesse materiale, come foto o video, o volesse dare una testimonianza personale su quei giorni, è invitato a spedirlo a muroberlino19@gmail.com o ad Arci Lombardia in piazza Gambara 7/9 a Milano.

METRO

Articoli Correlati

A Monza in azione due baby killer

Per l’omicidio di Cristian Sebastiano fermati due ragazzini incensurati di 14 e 15 anni

Effetto Covid sul Natale Consumi in picchiata

Calano i contagi in Lombardia

Green: ora la Lombardia vira sulla ferrovia a idrogeno

La Valcamonica sarà la prima “Hydrogen Valley” italiana: la linea Brescia-Iseo-Edolo avrà sei treni ecologici