«Ora siamo italiani» La gioia di Rami e Adam

  • Milano

«Siamo diventati italiani». È il messaggio che Adam El Hamami ha inviato a Ramy Shehata per celebrare il giorno in cui il Consiglio dei ministri ha dato l'ok per concedere loro la cittadinanza per meriti speciali. Sono i giovani eroi di Crema che il 20 marzo riuscirono a sventare il tentativo di dirottamento del loro scuolabus da parte di  Ousseynou Sy  . «Quando ho ricevuto la notizia ho pensato che sono italiano, anche nei documenti», racconta all'Agi, Ramy Shahata, in Egitto in vacanza con la famiglia. «Continuavo a sperarci ma pensavo che non ce l'avrebbero più concessa perché non se ne parlava più», continua. «Invece è arrivata, e io ringrazio il ministro Salvini».  Anche  Adam El Hamami si è detto «felicissimo per il grande dono».  «A mezzogiorno mi hanno chiamato per dirmelo. Nella vita quotidiana non cambia nulla perché noi siamo tutti uguali ma é un grande riconoscimento e mi risolverà tanti problemi di documenti», continua Adam.  Che comunque ricorda le «tante persone che sono nate in Italia e ancora non vengono riconosciute come italiane»,

Articoli Correlati

Green: ora la Lombardia vira sulla ferrovia a idrogeno

La Valcamonica sarà la prima “Hydrogen Valley” italiana: la linea Brescia-Iseo-Edolo avrà sei treni ecologici

Gallera: "Da sabato o lunedi in zona arancione"

Per l'assessore la Lombardia è pronta a riaprire parzialmente. "Vogliamo negozi aperti a Sant'Ambrogio"

Violenza sulle donne 1076 richieste d’aiuto

Sono le chiamate ricevute in sei mesi dai soli centri antoviolenza del Comune. E la Caritas Ambrosiana lancia l’allarme: «Col lockdown denunce crollate»