Brescia, i neonati morti adesso sono quattro

  • Brescia

Si aggrava il tragico bilancio dei neonati morti agli Spedali Civili di Brescia. Ai tre gà noti, se ne è aggiunto un quarto: l’ultima vittima è un bimbo nato prematuro, ricoverato sabato mattina sempre al reparto di neonatologia della struttura bresciana, e morto sempre lì poche ore dopo il suo arrivo. Su questo caso, come sui precedenti, l’ospedale stesso ha disposto accertamenti, così come ha fatto la magistratura con l’apertura di un fascicolo per omicidio colposo, anche se per adesso non ci sono formalmente indagati. Lo stesso governo vuole vederci chiaro, con il ministro della Salute, Giulia Grillo, che ha inviato, oltre ai propri ispettori, gli uomini dei Nas per raccogliere tutta la documentazione. Aperta un’inchiesta anche dalla Regione Lombardia. 
La Direzione dell’Asst Spedali Civili di Brescia però «ribadisce e sottolinea come i 4 decessi avvenuti negli ultimi giorni presso il reparto di Terapia intensiva neonatale non siano riconducibili a una medesima causa né siano la conseguenza di un focolaio epidemico». La prima morte si è verificata, spiega l’azienda, «in una condizione di prematurità estrema». Il secondo decesso ha riguardato un neonato grave prematuro nato in altro ospedale. Il terzo decesso è avvenuto «in un neonato prematuro con gravi problemi della dinamica respiratoria, unitamente ad un quadro di shock settico, complicato da disfunzione multiorgano».

Articoli Correlati

«Farai la fine di Sana»minacce alle figlie

Quattro sorelle pachistane di Brescia salvate

Maltrattamenti sui bimbiarrestate tre maestre

Tre maestre di un asilo nido di Rodengo Saiano (BS) arrestate

Polmonite, si indagaper epidemia colposa

Brescia, oltre 150 le persone che si sono ammalate