Bracciano, "stop prelievi" Acea: "Fermi da settembre"

  • Acqua

"Stop a qualsiasi forma di prelievo dal lago di Bracciano da parte dell’Acea fino a quando il lago non tornerà al di sopra della soglia di 161,90 metri sul livello del mare, installazione di un misuratore di portata negli impianti Acea Ato 2 di Castello Vici (Anguillara Sabazia) e l’impegno di rendere pubblici i dati relativi alle captazioni, fermo restante il divieto assoluto di non superare in discesa la quota di 161,90 metri sul livello del mare. E’ quanto ha chiarito oggi Mauro Lasagna, direttore della Direzione Generale Risorse idriche e difesa del suolo della Regione Lazio".

Acea. Acea Ato 2, da parte sua, "ribadisce quanto più volte affermato: l'azienda non capta più acqua dal lago di Bracciano dallo scorso 14 settembre". 

Articoli Correlati

Gelo, Acea: proteggere i contatori con gli isolanti

Acea Ato 2 rinnova l’invito ai clienti a proteggere dal gelo i contatori idrici, mediante coperture provvisorie

La qualità dell'acquanel workshop Water Day 2019

Water Day 2019: l'acqua è un'emergenza ambientale o un bene prezioso?

L'acqua italianamal depurata

Legambiente: In Italia la maladepurazione ci costa 62,69 milioni di multa Ue. Servizio inadeguato per il 25% delle famiglie