Pm10: bonus finito Due onlus contro il Pirellone

  • Milano

AMBIENTE  Se anche mercoledì il Pm10 supererà i 50 µg/m3 Milano avrà esaurito il “bonus inquinamento” concesso dall’Ue.  In meno di due mesi, infatti, saranno stati 35 i giorni (non consecutivi) con il Pm10 oltre soglia.
Una situazione che ha portato due associazioni - Cittadini per l’Aria Onlus e AIPI (Associazione Ipertensione Polmonare Italiana) -  a presentare un ricorso al Tar contro Regione Lombardia.

“Di fronte alla continua emergenza sanitaria determinata dall’elevata presenza di inquinanti dell’aria in tutta la Regione, Cittadini per l’Aria e AIPI, con il sostegno di ClientEarth, chiedono  che vengano poste in essere azioni ed iniziative efficaci sotto il profilo del miglioramento della qualità dell’aria”, scrivono. In particolare, al Pirellone hanno chiesto di aggiornare il PRIA (il Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell'Aria) approvato nel 2013 “rivelatosi insufficiente, come confermano i continui sforamenti”. Per le due onlus, inoltre, “l’inquinamento atmosferico fa ammalare in ogni fase della vita ed è inaccettabile che questo continui ad avvenire ogni giorno per la mancanza di politiche adeguate”.

Sempre mercoledì, alla partenza del Treno Verde di Legambiente a Roma, il ministro dell’Ambiente Galletti ha promesso un piano organico per le Regioni Padane entro maggio: «I passi in avanti li abbiamo fatti, ma non sono ancora sufficienti. Stiamo facendo da anni un lavoro con Regioni e Comuni, a cui spetta la gestione. Abbiamo investito molte risorse e portato avanti tante iniziative, ma in questo campo ci vuole tempo». METRO

Articoli Correlati

L'Oasi del clochard chiudeL'appello di Furlan dei City Angels

Esperimento unico in Europa sotto sfratto

Sala scrive ai milanesi«Aumento Atm per il futuro»

Dopo il muro contro muro Regione verso l’accordo tariffario

I nostalgici del Meazza già sul piede di guerra

Sala: «Ne discuterà il consiglio comunale»