«Facciamo saltare Rialto» jihadisti sgominati a Venezia

VENEZIA Volevano farsi saltare sul ponte di Rialto per causare centinaia di morti: c'era questo nei piani della cellulua di jihadisti kosovari scoperta a Venezia. Tre persone sono state arrestate e un minorenne è stato fermato in un blitz di polizia e carabinieri, coordinato dalla Procura distrettuale antimafia e antiterrorismo della citta' lagunare. Sono tutti cittadini originari del Kosovo e residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno. Sono state eseguite anche 12 perquisizioni, 10 nel centro storico di Venezia, una a Treviso e una a Mestre. Due degli arrestati lavoravano come camerieri in un locale a Venezia e alloggiavano in un palazzo vicino al teatro La Fenice. Gli indagati, dopo aver iniziato a pianificare un viaggio verso territori della jihad, appresa la notizia dell'attentato a Londra del 22 marzo scorso, avevano manifestato il proprio apprezzamento e fatto commenti sulla possibilita' di realizzare un'azione nel nostro Paese. "Con Venezia guadagni subito il paradiso per quanti miscredenti ci sono qua, mettere una bomba a Rialto". METRO