Fukushima, 6 anni dopo radiazioni alle stelle

La situazione a Fukushima è drammatica:  la condizione dei reattori è allarmante. All'interno del primo, infatti, sono state registrate radiazioni pari a 530 sievert (nota bene: non "milliseviert"). Si parla di quantità così elevate da poter uccidere un uomo nel giro di pochi minuti, tanto che vicino ai reattori persino i robot vengono distrutti in sole due ore.

Il problema è una grossa falla che si è aperta sotto il contenitore a pressione del reattore, probabilmente a causa del combustibile rilasciato dal reattore stesso. Le misurazioni precedenti davano come risultato un livello di circa 73 sievert all'interno della struttura, una dose già altissima. Impossibile procedere allo smantellamento della centrale.METRO