Cina e Corea del Sud Accordo per libero scambio

 La Corea del Sud ha accettato di firmare un accordo sul libero scambio con la Cina, che prevede l'eliminazione di dazi doganali su oltre il 90% dei beni nei prossimi vent'anni. Lo ha fatto sapere l'ufficio della presidenza sudcoreana a seguito del meeting tra la presidente Park Geun-hye e l'omologo cinese Xi Jinping a margine del summit dell'Apec a Pechino. Prima del meeting tra i leader, i negoziatori dei due Paesi hanno tenuto la 14esima serie di colloqui sul commercio, ma non sono riusciti a risolvere le questioni ancora in sospeso. Il patto, hanno affermato Xi e Park, è stato "virtualmente" raggiunto e secondo il presidente cinese nei negoziati sono stati fatti "progressi significativi". L'accordo offrirà alle case automobilistiche sudcoreane un accesso più ampio al più grande mercato del mondo, mentre la Cina potrà aumentare le esportazioni di prodotti agricoli. Il patto copre 22 settori, tra cui quelli di finanze e vendite online. Ahn Jong-beom, consigliere economico di Park, ha riferito che le questioni ancora da risolvere non sono "delicate" e che le due parti devono finire di stilare il testo del patto, che sarà firmato formalmente all'inizio del 2015. I negoziati tra i due Paesi erano iniziati a maggio del 2012.