Tutta l'energia dei La Rua nei live di Roma e Milano - Guarda la VideoIntervista

Una formazione di sei elementi, un'impronta musicale per molte orecchie inedita e tanto tanto live nell'esperienza del sestetto musicale che prima di "Amici" si è fatto conoscere tra piazze, teatri e altre vetrine musicali. Televisive e non. Ho incontrato Daniele e Charlie prima del loro concerto romano.

Daniele: Ci siamo formati nel 2009 grazie all’incontro tra me e Dario Faini, un autore Universal col quale abbiamo cominciato a scrivere le prime canzoni. Sicuramente la formazione attuale l'abbiamo elaborata nel tempo, abbiamo lavorato moltissimo in sala prove e dal 2009 ad oggi siamo sei elementi, una famiglia numerosissima, non ci basta una macchina, abbiamo sempre difficoltà per andare in giro... (ride ndr) una famiglia ha la giustezza di essere famiglia... quindi noi lo siamo musicalmente parlando e stiamo benissimo così!

Abbiamo parlato di sala prove... è lì che nascono le vostre canzoni, dove oltre ad un arrangiamento particolare c'è anche un gran lavoro sui testi...

Daniele: In realtà le nostre canzoni nascono in vari modi... sicuramente tutte quante nascono da un'intenzione comune che è quella di comunicare un qualcosa... un messaggio... avere in mente magari uno slogan... qualcosa che possa rappresentare la nostra condizione emotiva e da lì cominciamo a elaborare la canzone... poi arrivano loro che fanno un lavoro minuzioso a livello musicale e artistico e rendono magari un mio pensiero lo fanno diventare canzone anche a livello sonoro

Se siete arrivati a questo punto lo dovete al pubblico che vi ha premiati... In passato a Sanremo Social e poi ad Amici...

Noi siamo sempre molto grati al nostro pubblico anche perché è il nostro pubblico che ci porta di volta in volta su dei palchi e ci dà anche la forza, la benzina per scrivere nuove canzoni per esempio su “tutta la vita questa vita” abbiamo voluto fare un tributo proprio al nostro pubblico perché questo slogan lo abbiamo partorito durante un viaggio tra un concerto e l'altro... abbiamo detto “tutta la vita questa vita” perché in effetti siamo assolutamente privilegiati nel poter fare questo lavoro e dobbiamo ringraziare sempre a tutte le persone che ci seguono... quindi il nostro rapporto con il pubblico è di gratitudine...

Avete all'attivo una produzione di videoclip particolamente generosa...

Il video è tanto importante quanto è importante la canzone, quanto sono importanti i suoni stessi... noi abbiamo sempre cercato di avere una cura particolare per i nostri video... abbiamo cercato di tramutare a livello visivo quello che è il nostro pensiero e in “Tutta la vita questa vita” abbiamo voluto mettere dentro proprio le facce delle persone che c'hanno da sempre seguito e che era necessario poter ringraziare in qualche maniera

Durante il live Daniele sei padrone della scena... suoni il tamburo, la chitarra... salti...

Io personalmente sono nato per il desiderio di comunicare attraverso la musica ma anche visivamente attraverso i concerti... penso sia un momento pazzesco di scambio di energia con il pubblico... le canzoni hanno un potere in folle... possono entrare nella testa delle persone senza chiedere il permesso... hanno una corsia preferenziale verso l'anima e quindi quando poi si va a suonare dal vivo questa corsia, questa autostrada, libera sempre aperta... si vede proprio e visivamente e anche palpabile... quindi quel momento io lo adoro credo che sia la cosa più bella che possa capitare a un musicista e le nostre canzoni nascono anche con la visione prettamente live.
 

Blog di: 
Francesco Foderà
Ultimi articoli da questo blog

Domani sera Mihail si esibirà sul palco del Wind Summer Festival di Canale5 con "Who you are”, singolo già disco d'oro in Italia con oltre 25mila copie vendute.

Emma Marrone suona nuova: sound ricercato negli arrangiamenti e consapevolezza vocale di un nuovo range di note nell’album “Essere Qui”, già certificato disco d’oro.

Nina Zilli ha incontrato i suoi fan a Discoteca Laziale di Roma per il firmacopie di Modern Art.