I Pooh festeggiano 50 anni con la Reunion "Ultima notte Insieme" - Guarda la VideoIntervista

Per festeggiare i 50 anni di successi e gli oltre 100 milioni di dischi venduti i Pooh, tutti e 5 compresi Stefano D'OrazioRiccardo Fogli, saranno i protagonisti del tour 'Reunion - L'ultima notte insieme'. Il titolo della tournèe anticipa appunto lo scoglimento definitivo della formazione subito dopo le tre date confermate.

A quella di San Siro  (già sold-out il 10 giugno 2016) e si è aggiunta quella dell'11 giugno, a Roma sarà invece l'Olimpico ad essere teatro del concerto-evento del 15 giugno 2016. Di questa reunion come della nuova versione di "Pensiero" e di alcuni ricordi di mezzo secolo di storia hanno parlato i cinque componenti della band.

Roby Facchinetti: "Pensiero é sicuramente il brano più rappresentativo, poi è un brano che è stato un po' una sfida perché noi l’abbiamo inciso nel 1971 con un concetto completamente diverso addirittura quasi sinfonico, chitarre acustiche e orchestra sinfonica... uno spirito che andava bene per quei tempi, l’abbiamo ripreso in mano facendolo diventare un brano rock e fortunatamente ha un senso... sembra addirittura un brano nato nato oggi questa è la magia della musica

Dodi Battaglia:  Intanto c’è da tenere presente che su quel palco non saremo più in quattro ma saremo in cinque, anzi, l’ultima versione era in tre, percui molti degli arrangiamenti, soprattutto sotto il profilo vocale, andranno rivisti e ripensati. Credo che alcune cose vadano rispettate maniacalmente perché devono rispettare il clima, il periodo, gli strumenti, l’atteggiamento musicale del periodo in cui abbiamo realizzato questi brani. Per certe altre possiamo rimetterci le mani e riattualizzarle, non farei delle vie di mezzo, perché ad esempio quando sono andato a vedere McCartney e ha suonato Yesterday l’ha fatta esattamente come quando ero ragazzino e io l’ho amato da morire… Ci sarà molto lavoro da fare, sarà un repertorio abbastanza vasto che prevede non meno di tre ore di concerto, ci sarà fisicamente e musicalmente molto da lavorare.

Riccardo Fogli: Io ero fan dei Pooh anche quando non ero nei Pooh... io ho sempre ascoltato i Pooh nella mia vita, non è che quando non ero più Pooh cambiavo canale…  non sono mica cretino! La preparazione psicologica c’è perchè vivere insieme a qeusti quattro meravigliosi dei musicisti amici è molto bello, è impegnativo perché sono molto seri io sono un po' meno serio però. Io penso che non si diventi Pooh a caso, se non hai profonda sensibilità nel costruire tutto questo mondo se tu li vedi… loro sono i Pooh… quail Pooh? Gli unici… veri, insostituibili… ciao arrivederci… sono Riccardo dei Pooh.

Red Canzian: Da giovani abbiamo fatto esattamente tutto quello che hanno fatto tutti giovani quando eravamo giovani e come hanno fatto tutti giovani componenti di una band e quindi siamo stati bene da ragazzi abbiamo fatto quello dovevamo fare… E quindi siamo diventati ragazzi seri… andavamo ai distributori aprivamo le porte della nostra Mercedes e ci buttavamo per fuori come se fossimo quattro cadaveri e il benzinaio saltava indietro per la paura… ci applicavamo sugli scaffali devi autogrill ne abbiamo combinate di ogni tipo di notte quando rientravamo perché una volta non si dormiva dove suonava si tornava sempre a casa e quindi km e ore ore di macchina per cui siamo divertiti ma non perché biricchini ma perchè eravamo una band.

Stefano D'Orazio: Quando ho riporvato a girare le bacchette della batteria dopo tre anni che non suonavo più la prima cosa che ho fatto ho prese in mano le bacchette e mi sono cadute lì ho capito che il mio rapporto con i tamburi doveva essere finito miseramente invece adesso che sto riprendendo un po' di confidenza sono rientrato nella stanza della batteria che mi ha guardato quasi con dispiacere per la serie “che… me meni di nuovo?” e quindi diciamo che ora sto riprendendo questa confidenza molto divertente e poi come dice Facchinetti è come andare in bicicletta o non lo scorda mai no perché alla fine mi sono ritrovato esattamente in una posizione che è stata la mia per tutta la vita percui non è stato assolutamente faticoso ridimensionarmi all'interno della batteria

Blog di: 
Francesco Foderà
Ultimi articoli da questo blog

Domani sera Mihail si esibirà sul palco del Wind Summer Festival di Canale5 con "Who you are”, singolo già disco d'oro in Italia con oltre 25mila copie vendute.

Emma Marrone suona nuova: sound ricercato negli arrangiamenti e consapevolezza vocale di un nuovo range di note nell’album “Essere Qui”, già certificato disco d’oro.

Nina Zilli ha incontrato i suoi fan a Discoteca Laziale di Roma per il firmacopie di Modern Art.